Furto alle Piagge: incinta e 13enne incastrate dalle telecamere del palazzo

Provenienti da un campo nomadi

Ieri mattina la polizia ha fermato due donne, una 13enne e una 21enne al settimo mese di gravidanza, mentre percorrevano Via Pistoiese.  Proprio quella zona, pochi giorni fa (e precisamente il 16 dicembre scorso) fu scenario di un ingente furto in abitazione.  Quella mattina, rientrando a casa intorno all’ora di pranzo, un cittadino cinese trovò un’amara sorpresa: dei malviventi gli avevano saccheggiato l’appartamento dopo aver forzato la serratura della sua porta principale.   Oltre a denaro e altri oggetti preziosi la vittima aveva denunciato anche il furto di un Rolex del valore commerciale superiore ai 16mila euro.  

La polizia aveva acquisito immediatamente le immagini di videosorveglianza della zona, comprese quelle di alcuni impianti condominiali e di esercizi commerciali della via; nella circostanza la vittima, ascoltata dai poliziotti, aveva subito evidenziato nei video due giovani donne (una delle quali in evidente stato interessante), entrambe ben vestite e completamente estranee al condominio.  Gli agenti hanno passato al setaccio ogni singolo fotogramma arrivando in poco tempo ad isolare il momento in cui due estranee al condominio verrebbero riprese mentre entrano nello stabile interessato dal furto in un orario compatibile col colpo.  

Ieri mattina è arrivata al 113 una chiamata della vittima che proprio nella stessa strada aveva riconosciuto le ragazze riprese solo pochi giorni fa dalle telecamere di sorveglianza. Gli agenti del commissariato di Rifredi, che avevano già raccolto la denuncia della parte lesa, si sono precipitati insieme ad una volante della questura di Firenze in via Pistoiese rintracciando in strada le due giovani sospette.  

Si tratta di una 21enne già nota alle forze dell’ordine (proprio per furti in abitazione) e di una ragazzina di appena 13 anni (non imputabile per l’età). Entrambe sarebbero senza fissa dimora, avrebbero raccontato di risiedere in campo nomadi fuori Firenze, e non svolgerebbero alcuna attività lavorativa. 

Quando la polizia le ha fermate, oltre ad essersi verosimilmente scambiate gli stessi giubbini indossati il 16 dicembre e immortalati dalle telecamere, la più grande aveva con sé una lastra artigianale ricavata dalle confezioni di sapone (notoriamente ritagliate e utilizzate per aprire le porte chiuse senza mandate) oltre ad un cacciavite ed una chiave inglese (anche quest’ultimi, attrezzi verosimilmente usati insieme per forzare le serrature).   

Per la ragazza di 21 anni, in avanzato stato di gravidanza, è scattata una denuncia per furto in appartamento e possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso; la 13enne, segnalata invece al Tribunale dei minori, è stata affidata ad una struttura idonea. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Toscana 35 nuovi casi: il doppio rispetto a ieri. I decessi sono 5, di cui 4 nel Fiorentino

  • Femminicidio a Cuneo: fermato un ex militare fiorentino

  • Coronavirus Toscana: "La grande truffa delle sanificazioni"

  • Coronavirus: in Toscana positivo l'1%. Quattro su cinque sono asintomatici

  • Controlli a Fiesole: arrestato 24enne 

  • Paura Isolotto: ambulanza esce di strada e finisce contro una vetrina / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento