Due georgiani con arnesi da scasso denunciati alla Stazione

Due quarantenni georgiani sono stati trovati nella galleria commerciale di Santa Maria Novella, con in borsa arnesi da taccheggio ed una borsa "schermata". Erano già stati arrestati per ricettazione

Due georgiani, uno del 72 e l’altro del 74 sono stati fermati all’interno della galleria commerciale della stazione centrale. La Polizia gli ha trovato indosso tutto l’occorrente per i taccheggi nei negozi: una borsa a tracolla nera "schermata" per eludere i sistemi di controllo e un paio di tronchesi per rimuovere le placche antitaccheggio.
METODO - Per compiere i taccheggi, là dove non è possibile rimuovere le protezioni di sicurezza, gli oggetti rubati vengono riposti all’interno di borse di medie dimensioni (generalmente di colore scuro) e in mezzo alle fodere vengono cuciti strati di carta d’alluminio allo scopo di schermarne il contenuto.
Solo pochi giorni prima, lo scorso 3 novembre, la coppia finì a Sollicciano in stato di fermo di polizia giudiziaria per il reato di ricettazione dopo essere stata fermata dalla Polfer, sempre nei pressi della stazione centrale, con una quantità considerevole di profumi di marca di dubbia provenienza; anche in quell’occasione furono trovati in possesso di una borsa schermata e di un paio di tronchesi.

Ieri, entrambi sono stati denunciati per possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso, nei loro confronti sono state avviate le procedure di espulsione dal territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • Centro: ex calciante rapina negozio di canapa sativa

  • Pelago, violenta rissa per un parcheggio: prognosi fino a 30 giorni, 4 denunciati

  • Salvini a Firenze, le sardine riempiono piazza della Repubblica: "Siamo 40mila" / FOTO - VIDEO

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Cade in Arno, trascinato dalla corrente fino alla pescaia: salvato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento