Furto di capi d'abbigliamento un altro colpo in centro

Un 32enne d'origine palestinese è stato arrestato dopo essere fuggito a seguito di un tentativo di fuga fallito. 140 euro la merce sottratta al negozio, provvidenziale l'intervento del commesso

taccheggioUn giovane d'origine palestinese era entrato, come superman nella famosa cabina del telefono, con abiti lisi dentro il camerino di un negozio in centro per uscirne rivestito dalla testa ai piedi.

Il commesso è stato guardingo e dopo aver aver trovato dietro la tendina le vecchie scarpe del 32enne ha fermato l'uomo. Un maglione, due paia di pantaloni (uno sopra l'altro) e le scarpe: questi gli articoli asportati dagli scaffali e indossati dopo aver rimosso le placche antitaccheggio oltre ad un giaccone riposto all'interno di una grossa busta.

Il trentenne sentendosi scoperto ha tentato di mediare proponendo il pagamento del vestiario. Però il commesso stava già chiamando la Polizia, per questo il taccheggiatore è fuggito strattonando il dipendente del negozio. Non è riuscito ad andare lontano finendo in manette all'arrivo della volante. Dovrà rispondere di rapina impropria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo morto nella sua auto: è il genero di Roberto Cavalli

  • Tramvia sovraffollata, la Cgil: “Situazione insostenibile"

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

  • Piero Pelù si è sposato con Gianna / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento