Assaltavano e derubavano case e ville: scatta il blitz, 4 in manette

Arrestate quattro persone

Con una maxi operazione, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Firenze hanno sgominato una banda di ladri.

Hanno messo a segno almeno 26 furti in abitazioni in tutta la provincia di Firenze. Dopo una attenta indagine di pedinamento e intercettazioni, i carabinieri sono riusciti ad arrestare i componenti della banda. Si tratta di quattro uomini di nazionalità albanese di età compresa tra i 38 e i 30 anni, già noti alle forze dell’ordine per gli stessi reati e irregolari sul territorio italiano. Sono stati arrestati a Montecatini, dove avevano la loro base logistica, e a Pisa.

Uno di loro era già pronto per darsi alla fuga in Spagna assieme alla moglie per questo la pm Von Borries ha ritenuto che si potesse procedere con gli arresti. Il modus operandi della banda era ben rodato: agivano prevalentemente in frazioni di piccoli Comuni, in una sera riuscivano a mettere a segno almeno 3 o 4 colpi, entravano nelle case quando non c’era nessuno e si spostavano con vetture  rubate. Proprio grazie al Gps installato su una delle auto con cui si spostavano per compiere i furti, i militari sono riusciti a risalire agli spostamenti dei malviventi.

Presa banda di ladri: voleva fuggire all'estero / VIDEO

Si spostavano con una Mercedes nera che avevano rubato a gennaio nel Comune di Pontassieve. Seguendo la vettura con il Gps ed incrociando le segnalazioni relative ai vari furti commessi in provincia, i militari sono riusciti a contare almeno 15 colpi effettuati in soli tre giorni. Hanno colpito nelle frazioni di Rupecanina, San Martino e Arsella (nel Comune di Vicchio), a Celle (a Dicomano), a Faltona (a Borgo San Lorenzo) e poi a Fiesole e Bagno a Ripoli. Il 22 gennaio hanno abbandonato la Mercedes a Sesto Fiorentino ma pochi giorni dopo ne hanno rubata un’altra: questa volta a San Casciano. Anche in questo caso i carabinieri hanno seguito gli spostamenti tramite il Gps della vettura.

 “Agivano molto velocemente, si può parlare di veri è propri raid - ha spiegato il capitano Pontillo – rubavano contanti, merce griffata e monili. Al momento degli arresti, abbiamo ritrovato almeno 3mila euro in contanti e anche bottiglie di vino. Quest’ultimo prodotto è importante per capire se sono stati autori di altri furti perché in molto casi si tratta di bottiglie di vino personalizzate”. Il capitano ha spiegato che la banda era ben organizzata: “Indossavano i guanti già dal pomeriggio”.

Ladro scappa con auto rubata e fa incidente

Adesso i quattro si trovano in carcere a seguito della convalida degli arresti da parte dei Gip di competenza territoriale. “Si tratta di malviventi pericolosi – hanno spiegato i carabinieri – poco prima di Natale dei militari hanno inseguito una vettura dove a bordo c’era un ladro, questo ha fatto una fuga rocambolesca e ha provocato un incidente. Abbiamo dovuto agire in modo da preservare l’incolumità delle persone”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

  • Mette in scena il suo funerale con tanto di carro d'epoca e corteo funebre

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento