Rifredi: rubavano i motorini e poi li rivendevano in negozio

Denunciato un salernitano quarantenne ed un titolare della concessionaria con precedenti per ricettazione. Ritrovati in un garage bauletti e altri pezzi prelevati dai motocicli, li ha smascherati un ragazzo

Scoperto un giro di ciclomotori rubati e rivenduti in negozio. La truffa è stata scoperta da un giovane andato per acquistare un mezzo nuovo in  un concessionario. Ma il titolare, sfortunatamente per lui, ha provato a vendergli il motorino rubato al ragazzo quattro giorni prima. Il giovane uscito dalla concessionaria ha chiamato il 113 denunciando l'accaduto.

Immediato l'intervento della polizia che dopo aver ascoltato il venditore, consultando i registri di acquisto e di vendita, ha scoperto un traffico che andava avanti da mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


I riscontri hanno portato ad un giro di "cinquantini" rubati poi smerciati tranquillamente nella rivendita di Rifredi. Dalla dichiarazioni dell'uomo si è risaliti anche al suo complice, un salernitano di 41 anni. Nel garage del campano ritrovati alcuni bauletti e parti di motore, incastrando così l'uomo che ha confessato tutto. Denunciato entrambi, avevano già precedenti per reati simili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

Torna su
FirenzeToday è in caricamento