Campi Bisenzio, rivende merce rubata ai Gigli davanti ai Gigli: denunciata

Intervento dei carabinieri di Signa nel centro commerciale

I carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Signa hanno denunciato una cittadina marocchina di 35 anni, mentre tentava di vendere ai visitatori, nel piazzale davanti al centro commerciale i Gigli, merce appena rubata da un negozio di articoli sportivi che si trova all'interno dello stesso centro commerciale.
 
A darle man forte un complice con una borsa schermata, riuscito a dileguarsi prima dell’arrivo dei carabinieri, che poco prima era riuscito a eludere i sistemi di controllo e la vigilanza e asportare cinque capi di abbigliamento, marca Calvin Klein e Emporio Armani, per un valore di circa 300 euro.

A dare l'allarme, invece, la vigilanza esterna che ha segnalato ai militari la presenza di una persona sospetta, intenta a contattare potenziali acquirenti. Alla vista della pattuglia, la donna ha cercato di allontanarsi, provando a confondersi tra i clienti che affollavano il centro commerciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bloccata, è stata trovata in possesso della merce rubata, ancora munita di placchette anti-taccheggio. La refurtiva è stata quindi restituita al responsabile del negozio, mentre la donna è stata denunciata a piede libero per ricettazione. In corso accertamenti per identificare il suo complice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Conte firma il nuovo decreto: l'elenco delle attività aperte

  • Coronavirus: dipendente Esselunga risultato positivo al Covid-19

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Bambini mezz'ora a spasso, Prato contro Firenze: "Allucinante, vi siete accorti che c'è una pandemia?"

  • Coronavirus: il quartiere è deserto e una famiglia di anatre arriva fino alla farmacia

  • Coronavirus: la foto in fila al supermercato diventa un simbolo 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento