Sicurezza, proposta shock della Lega: “Fucili semiautomatici alla polizia municipale”

Rientra nelle misure illustrate dai consiglieri del Carroccio, la replica di Vannucci: "Non siamo in un contesto di guerra"

Fucili semiautomatici in dotazione alla polizia municipale, ai vigili urbani per intendersi. A chiederlo è il consigliere comunale della Lega Antonio Montelatici, nella vita imprenditore con un'attività di vendita di escavatori e volontario della Misericordia.

“In diverse città del Veneto già la polizia municipale ha i fucili semiautomatici. Perché non a Firenze? Per esempio per le unità di pronto intervento e quelle che effettuano posti di blocco e controlli stradali”, chiede Montelatici.

La proposta fa parte del 'pacchetto' illustrato questa mattina alla stampa dal consigliere assieme al capogruppo in Palazzo Vecchio Federico Bussolin, al consigliere Andrea Asciuti, al coordinatore provinciale Alessandro Scipioni e al consigliere del Quartiere 1 Marco Passeri.

L'ordine del giorno per chiedere i fucili semiautomatici in realtà era già arrivato in consiglio comunale lo scorso settembre, bocciato dalla maggioranza Pd. Ma Montelatici torna alla carica: "I vigili hanno già la pistola? Ma i fucili sono più precisi, come fanno gli agenti a sapere chi c'è nell'auto che fermano?".

“Fucili semiautomatici? Siamo sicuri di essere a Firenze? Mi sembrano proposte tarate più per un contesto di guerra che cittadino e urbano come il nostro”, replica secco l'assessore alla sicurezza Andrea Vannucci (Pd).

La Lega torna poi a chiedere per i vigili, tra le altre cose, la sperimentazione del taser (la pistola elettrica, sulla quale in passato anche l'amministrazione Nardella era parsa possibilista, fino al 'no' netto pronunciato nel corso dell'ultima campagna elettorale), l'istituzione di una scuola di formazione a Firenze, un numero verde ad hoc “perché ora nessuno risponde mai”, un collegamento diretto via radio delle pattuglie in servizio con polizia di Stato e carabinieri, il ripristino e l'ampliamento delle 'zone rosse' bocciate dal Tar, l'aumento dello stipendio dei vigili e la dotazione di giubbotti anti proiettile.

L'assessore Vannucci replica subito anche sul taser: “Nemmeno la polizia di Stato ce l'ha. Sul nostro territorio è in atto la sperimentazione da parte dei carabinieri. Si tratta di capire come si concluderà, perché a quanto ho letto può avere anche conseguenze letali su una persona cardiopatica. Prima di parlare su argomenti così delicati e pericolosi è necessario attendere, se no resta solo la propaganda”.

Tornando ai fucili, anche Bussolin a dire il vero frena. "Per il momento (anche se la proposta di Montelatici resta, ndr) nessun ordine del giorno sui fucili", dice il capogruppo leghista. Le altre proposte invece torneranno in consiglio come odg a partire da lunedì prossimo.

Bussolin annuncia anche un sit in della Lega sotto Palazzo Vecchio il 7 dicembre: "Raccoglieremo firme in sostegno delle proposte. Non escludo un referendum consultivo". E sulla sicurezza in tutti e cinque i quartieri la Lega chiede commissioni speciali.

(Foto sotto, in piedi: da sinistra Scipioni, Bussolin, Montelatici, Passeri)

La Lega: "Recintiamo le Cascine"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • San Godenzo: arrestato mentre attende il figlio all'uscita di scuola

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento