Fucecchio: in difficoltà economica si inventa rapina

I carabinieri però lo hanno scoperto

La paura di indebitarsi e le difficoltà economiche lo hanno portato a inventarsi di sana pianta una rapina nel centro di Fucecchio. Protagonista un 48enne che si è presentato alla caserma dei carabinieri dicendo di esser stato aggredito mentre saliva in auto da un uomo che gli aveva puntato un coltello alla schiena e che poi era fuggito con il suo portafoglio al cui interno vi erano 1100 euro.

Il racconto dell'uomo, però, è risultato piuttosto lacunoso. Inoltre ha spiegato di non ricordare alcun particolare dell'aggressore. Titubanze e incertezze che hanno insospettito i militari dell'Arma che hanno ripercorso la strada fatta dalla “vittima”, grazie anche ad alcune telecamere presenti in zona, capendo poi che la rapina non c’era mai stata.

I militari hanno poi trovato il portafoglio nascosto nella ruota di scorta della vettura. A quel punto il 48enne non ha potuto far altro che confessare dicendo che aveva inventato tutto ammettendo difficoltà economiche e l’impossibilità di far fronte ad alcuni impegni assunti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Fiorentina: i giocatori tornano nell'albergo dove morì Astori

  • Cronaca

    Autorizzato il corteo di Forza Nuova a Prato, protestano Anpi e associazioni: “Decisione che indigna”

  • Cronaca

    Genitori Renzi: per il crack della cooperativa, a breve la decisione del Tribunale

  • Cronaca

    Lorenzo Orsetti, i genitori: "Vergognoso processare chi combatte l'Isis" / VIDEO

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Siria: ucciso dall'Isis giovane combattente fiorentino

  • Rissa fra genitori: partita sospesa, bambini in lacrime

  • Sciopero mondiale per il clima: tutto pronto a Firenze

  • Accoltella il compagno al cuore e poi dà la colpa a uno straniero

  • Ucciso dall'Isis, la lettera d'addio di Lorenzo: “Sono morto facendo quello che ritenevo giusto”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento