Freddo, è tornato l'inverno: riscaldamento acceso a scuola

E sulle montagne toscane è tornata la neve

Era da anni che non si registrava un tale freddo e abbassamento di temperature a maggio. Le cronache raccontano che l'ultima volta ad avere temperature simili a quelle registrate nelle scorse ore, che a Firenze sono state di pochi gradi sopra lo zero, si debba tornare all'ondata di freddo artico arrivata sull'Italia nella primavera di 62 anni fa.

E c'è chi, nell'hinterland fiorentino, ha deciso di riaccendere i riscaldamenti a scuola e negli edifici pubblici, come il sindaco di Impruneta Alessio Calamandrei.

"Visto il brusco abbassamento della temperatura, che vedrà la minima nelle prossime notti intorno ai 3-4 gradi, domani mattina provvederò ad emanare un ordinanza per la riaccensione del riscaldamento nelle scuole ed edifici pubblici in diniego alle norme", ha scritto ieri sera, domenica, il primo cittadino di Impruneta su Facebook.

5 maggio: il passo della Futa sommerso di neve / NEVE

"Informalmente la ditta è già stata avvertita per permettere sin da domani mattina (oggi, lunedì 6 maggio, ndr) la giusta temperatura all’interno degli edifici", conclude Calamandrei.

Ieri, scenario davvero insolito, è tornata la neve sulle colline del Mugello, all'Abetone e sull'appenino tosco-romagnolo.

Mugello: l'incredibile nevicata del 5 maggio / VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento