Frecciarossa deragliato a Lodi: prodotto a Firenze il pezzo difettoso del cambio all'origine della tragedia

La procura di Lodi ha iscritto sul registro degli indagati l'ad della società Alstrom: lo stabilimento aziendale è a Castello

L'amministratore delegato di Alstom Ferrovie, società francese con stabilimento a Firenze che opera nel settore della costruzione di treni e infrastrutture ferroviarie, è indagato dalla procura di Lodi nell'inchiesta sul deragliamento del treno Frecciarossa che lo scorso 6 febbraio ha causato la morte di due macchinisti vicino a Lodi.

La società ha infatti prodotto un componente del cambio sospettato di essere l'origine dell'incidente che, stando ai primi accertamenti, sarebbe risultato “difettoso”. Michele Viale, questo il nome dell'Ad di Alstom, va ad aggiungersi alla lista dei 5 operai di Rfi che già risultano indagati dalla procura di Lodi per disastro ferroviario colposo, omicidio colposo e lesioni multiple colpose.

Il nome del manager è finito nel registro degli indagati per consentire gli accertamenti tecnici sulla catena di realizzazione e controllo dell’attuatore prodotto da Alstom nello stabilimento di Firenze e che gli operai avevano installato la notte dell’incidente, durante i lavori di manutenzione.

L'attuatore è un elemento decisivo per regolare il movimento del deviatoio, in sostanza il motore che muove gli “aghi” che fanno spostare il treno dal binario di giusto tragitto a quello di servizio. Per gli inquirenti, il nuovo attuatore aveva un difetto interno di fabbricazione, nel dettaglio “un’inversione dei cablaggi”. Un particolare che i 5 operai indagati dalla procura di Lodi per il disastro e la morte dei due macchinisti non potevano conoscere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma che ha fatto scattare un alert alla National Safety authority dell’Unione Europea da parte dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie. L’alert riguarda tutti gli attuatori prodotti nel lotto del pezzo fallato, ma anche i dispositivi installati nelle ultime settimane. Tanto che Rete ferroviaria italiana ha sospeso cautelativamente la posa di nuovi attuatori Alstom.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fare la spesa in Toscana al tempo del Covid-19: ecco cosa cambia

  • Coronavirus: dipendente Esselunga risultato positivo al Covid-19

  • Bambini mezz'ora a spasso, Prato contro Firenze: "Allucinante, vi siete accorti che c'è una pandemia?"

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: il quartiere è deserto e una famiglia di anatre arriva fino alla farmacia

  • Coronavirus: fase acuta dell'emergenza, i casi nel Fiorentino 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento