Fratelli morti in hotel, l'autopsia: arresto cardiorespiratorio da intossicazione di stupefacenti

Sarebbero morti nel sonno. Prosegue la caccia al pusher

Arresto cardiorespiratorio, verosimilmente causato da una intossicazione acuta da stupefacenti. È questo il primo responso dell'autopsia effettuata ieri all'istituto di medicina legale di Careggi sulle salme dei due fratelli di origini belga, 20 e 27 anni, trovati morti lo scorso 29 settembre nel letto della loro camera all'hotel Minerva. 

Plausibile dunque che il doppio tragico decesso si sia sviluppato da un lento soffocamento, dopo la perdita di coscienza: i fratelli, probabilmente, non si sono accorti che stavano morendo.

Così come non se ne è accorto il padre: l'uomo è entrato a metà mattinata nella camera dei figli - dopo la notte in cui è avvenuto lo sballo fatale - e gli è sembrato dormissero. "Russavano" ha detto. In realtà, con ogni probabilità i due giovani si trovavano già in uno stato comatoso tipico dell'intossicazione acuta da sostanze stupefacenti. Uno stato che precede, di poco, la morte. 

Per fare completamente chiarezza sulle cause del decesso e sulla composizione esatta del mix fatale che l'ha causata - alcol e medicinali - bisognerà attendere l'esito degli esami istologici e tossicologici. Ci vorranno circa 3 mesi.

Intanto proseguono le indagini della squadra mobile: si cerca ancora l'ipotetico pusher che potrebbe aver venduto ai fratelli l'Alprazolam, una benzodiazepina di cui gli investigatori hanno trovato un blister, ritagliato, in camera. La benzodiazepina potrebbe serve stata mischiata all'alcol e agli analgesici "effetto morfina", questi ultimi venduti da un farmacista che adesso è indagato per omicidio colposo.

L'analisi del pc sequestrato nella stanza, inoltre, avrebbe confermato come uno dei ragazzi avrebbe fatto diverse ricerche su come mischiare le sostanze per ottenere determinati effetti.

Le parole del farmacista indagato
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento