Degrado Fortezza: controlli contro lo spaccio, bottigliata contro i carabinieri 

Prosegue l'attività di contrasto

Giardini della Fortezza

Nella giornata di ieri due pattuglie del nucleo radiomobile, nel corso di un controllo straordinario finalizzato alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti nell’area della Fortezza da Basso, sono intervenute dopo aver osservato in lontananza movimenti sospetti. La celerità dell’azione ha permesso, tra il fuggi fuggi generale, di fermare 10 cittadini extracomunitari.

Uno di questi, un 30enne nigeriano, ha tentato di disfarsi di varie dosi di sostanza stupefacente, circa 110 grammi di hashish. Lo stesso, bloccato dopo un breve inseguimento, è stato inoltre trovato in possesso di materiale per il confezionamento della sostanza e 85 euro in contanti. Per lui sono pertanto scattate le manette e oggi sarà giudicato con rito direttissimo.

PETIZIONE PER LA SICUREZZA

Nei confronti di altri nove soggetti sono stati adottati i seguenti provvedimenti: un 26enne nigeriano è stato denunciato a piede libero in quanto nel corso controllo ha scagliato una bottiglia in vetro in direzione degli operanti, senza colpirli; un altro nigeriano, 25enne senza fissa dimora, è stato denunciato a piede libero in quanto irregolare sul territorio italiano; altri tre sono stati segnalati  per possesso di hashish e 4 per ubriachezza.

Controlli dei militari che si aggiungono a quelli svolti in mattinata ai giardini della Fortezza da Basso dalla polizia municipale che ha denunciato un 22enne nigeriano dopo aver assistito in diretta a uno scambio marijuana-denaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Parcheggi su strisce blu: gratis per tutti i residenti a partire dal 30 marzo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento