Liberazione di Firenze: blitz degli anarchici, momenti di tensione / FOTO

Chiedono la scarcerazione dei due anarchici ancora in cella

Ci sono stati momenti di tensione questa mattina durante il corteo in ricordo della liberazione della città di Firenze dall'occupazione nazifascista avvenuta 73 anni fa. Un gruppo di anarchici ha cercato di interrompere il corteo in via dei Calzaiuoli, hanno iniziato ad urlare "I veri fascisti siete voi" e a sventolare uno striscione con scritto "Ma quale liberazione? Il fascismo oggi si chiama democrazia". Le forze dell'ordine sono intervenute immediatamente per fermarli, hanno tolto il manifesto e c'è stata una piccola colluttazione tra gli agenti e alcuni manifestanti. Si sono poi allontanati da via Porta Rossa distribuendo volantini in cui chiedono la scarcerazione di Pasca e Vespertino, gli unici due anarchici rimasti ancora in cella dopo gli arresti di giovedì scorso per l'attentato di Capodanno. 

Il corteo comunque non è stato interrotto ed è arrivato in piazza della Signoria dove hanno preso la parola il sindaco Nardella e il presidente dell'Anpi Firenze Luigi Remaschi. Per il primo anno non era presente lo storico presidente dell'Anpi l'ex partigiano Silvano Sarti, Remaschi ha detto: "Il medico gli ha consigliato di stare a riposo". “Quello spirito di Firenze è ancora vivo nei nostri animi - ha detto il sindaco Nardella - e non dobbiamo permettere a nessuno di cancellare quei valori e di democrazia e indipendenza conquistati con tanta fatica”.

Presente anche una delegazione del gruppo di combattimento Friuli che contribuì alla liberazione dell'Italia. Facevano parte del gruppo anche la brigata ebraica e diversi reggimenti britannici. Furono molti anche i soldati indiani Sikh che persero la vita durante i combattimenti per questo un gruppo di rappresentanti ha partecipato alle celebrazioni di questa mattina. 

Erano presenti anche il nuovo console americano a Firenze e il deputato Bonifazi. Questa mattina anche l'ex premier e Sindaco della città Matteo Renzi ha voluto ricordare la liberazione scrivendo su Twitter: "Buon #11agosto Firenze, perla del mondo. Viva la libertà". Anche il ministro dello sport Luca Lotti non ha mancato di ricordare l'anniversario sul suo profilo Facebook. Dispiaciuto perché quest'anno non ha potuto partecipare alle celebrazioni ha invitato tutti al "ricordo della generosità di quegli uomini e quelle donne che misero innanzi a tutto, compresa la propria vita, il diritto alla democrazia". 

Questa sera grande concerto per la cittadinanza eseguito dal Corpo bandistico ‘Oreste Carlini’ di San Casciano in Val di Pesa sul sagrato di Palazzo Vecchio dove 73 anni fa si ballava e cantava per festeggiare la liberazione della città dagli occupanti nazifascisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento