La Fenice in piazza per protestare contro l’aggressione ai due ragazzi

Nel pomeriggio di mercoledi alcuni membri della Comunità Militante La Fenice hanno effettuato un blitz in Piazza Giorgini per protestare contro l’aggressione ai due ragazzi italiani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Blitz di protesta contro l'aggressione ai due ragazzi italiani. Nella stessa piazza nella notte tra il 9 e il 10 aprile, due ragazzi di 19 e 18 anni sono stati aggrediti senza motivo da un ghanese di 26 anni, subito fermato dalla polizia e risultato clandestino.

La piazza è stata tappezzata da cartelli di pericolo recanti la frase "Qui è successo un episodio di violenza a danno di un italiano. Le aggressioni consumate contro italiani vanno condannate al pari di ogni altro episodio di violenza. Non cedere all'omertà del finto perbenismo "antirazzista".Immagine Comunicato 3

"Con quest'azione la nostra comunità vuole fare leva sulle persone e sugli organi di stampa che puntualmente sembrano ritenere le aggressioni a danni di italiani meno degne di attenzione o forse meno soggette a scalpore" - affermano gli autori del blitz - "Se l'aggressione si consuma contro uno straniero il movente è in ogni caso razzista ma se, come spesso accade, la vittima è italiana, tutto viene filtrato come singolo episodio di violenza senza importanza. La violenza non ha nome né colore. Peccato che il coro di soliderietà dei consiglieri, della tv e dei giornali, si alzi raramente nei confronti degli italiani. In questa città vige un'omertà che spesso fa paura, quella dettata da un falso antirazzismo che invece di promuovere giustizia  e tolleranza, decide a priori chi è vittima e chi colpevole, chi merita di pagare e chi no, quali episodi sono degni d'importanza e quali vanno censurati. Chiedere uguaglianza e giustizia, a prescindere dal colore della pelle o della condizione sociale, è un dovere da parte di ogni cittadino. A Firenze nessuna ingiustizia, nessuna omertà. Esprimiamo massima solidarietà ai ragazzi aggrediti. "

 
 

 

 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento