Femminicidi, una mostra per ricordare Michela Noli

Giovedì 7 novembre a Villa Vogel si terrà l'inaugurazione della mostra di Paola Alberti, mamma di Michela Noli, uccisa dall'ex marito nel 2016: "Riconoscere i segnali della violenza è importante. Non c'è mai amore dove si uccide"

Michela Noli

Una mostra per ricordare Michela. Giovedì 7 novembre alle ore 16.30 presso Villa Vogel, nella Sala Tosca Bucarelli, si terrà l'inaugurazione della mostra di Paola Alberti, mamma di Michela Noli, nell'ambito della rassegna Filo Rosso del Quartiere 4, la tradizionale serie di appuntamenti organizzata insieme alle realtà del territorio per celebrare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre. 

A tre anni dalla scomparsa della 31enne hostess fiorentina, uccisa dall’ex marito il 15 maggio 2016, la madre Paola Alberti, dopo numerose iniziative e un libro, continua a tenere viva la memoria della figlia. "E' solo attraverso l'arte che posso esprimere quei sentimenti contrastanti che arrivano ogni giorno" - spiega la signora Alberti - "domande alle quali non ho ancora trovato risposta".

La mostra si intitola "Viaggio nel buio" e vede esposti venti quadri che presentano colori ricorrenti e dai toni scuri, che rimandano a sensazioni di disagio, rabbia e crudeltà: sentimenti che, troppo spesso, non sono riconosciuti come tali e vengono persino giustificati.

"Ricordare per me è anche un modo per far capire che, purtroppo, quello che è successo potrebbe accadere a chiunque. Per questo riconoscere i segnali è importante" - prosegue - "bisogna essere consapevoli che anche il più piccolo segnale può essere importante. Con la mia testimonianza vorrei far arrivare un messaggio di ricerca di valori per una vita migliore: perché non c'è mai amore dove si uccide.

"La vita è sacra e nessuno dovrebbe avere il diritto di toglierla a qualcuno" - conclude - "purtroppo esistono diverse forme di volenza che dovrebbero essere debellate. Credo che si possa cominciare rispettando noi stessi e gli altri".

"Siamo felici di ospitare la mostra di Paola, una donna coraggiosa e un'artista di qualità e di passione" - ha dichiarato Mirko Dormentoni, presidente del Consiglio del Quartiere 4 - "Con lei inauguriamo la nostra rassegna Filo Rosso che quest'anno vedrà molte iniziative culturali e di memoria per non dimenticare, riflettere e sensibilizzare sempre si più intorno alla piaga della violenza di genere. Abbiamo prodotto anche un adesivo che stiamo distribuendo ai commercianti del quartiere per dire con forza "No alla violenza" ieri oggi e domani."

La mostra sarà visitabile a partire dal 7 novembre ai seguenti orari: lunedì, mercoledì e mercoledì dalle ore 8.30 fino alle 13.00, martedì e giovedì dalle 8.30 all 13.00 e dalle 14.30 alle 17.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Baracca: vinti 500mila euro con un "Gratta e Vinci"

  • Coronavirus: dalla Cina stanno rientrando a Prato e Firenze 2.500 persone

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Campi Bisenzio, rivende merce rubata ai Gigli davanti ai Gigli: denunciata

  • Via San Zanobi, donna trovata morta in albergo. Caccia al compagno

  • Carcere di Sollicciano: detenuto appicca incendio, scatta l'evacuazione

Torna su
FirenzeToday è in caricamento