Fecondazione eterologa, a Careggi mancano i donatori

L'appello delle fondazione Andrological e Foemina

Eterologa

La fecondazione eterologa non spicca il volo. Infatti nonostante l'approvazione nei mesi scorsi delle pratiche di procreazione assistita, al policlinico fiorentino di Careggi mancano ancora i donatori di gameti. Da settembre a oggi, chiariscono le onlus Andrological Sciences e Fondazione Foemina, soltanto 12 uomini si sono fatti avanti a Careggi, ma solo uno di loro ha superato tutti i test di selezione. E nessuna donna ha intrapreso finora la strada della donazione di ovociti. Per questo, il 19 marzo, giorno della festa del papà, Andrological Sciences Onlus e Fondazione Foemina Onlus organizzano un incontro di sensibilizzazione alla fecondazione eterologa. Il convegno - che vede tra i relatori professionisti di primissimo piano nel campo della medicina e della ricerca - è in programma alle 19 all'Impact Hub di via Fantoni 8.

Per diventare donatore maschile, "serve un percorso selettivo che comporta che soltanto una percentuale minima alla fine viene selezionata per diventare effettivamente un donatore - ha spiegato oggi in conferenza stampa Mario Maggi, presidente di Andrological Sciences Onlus e direttore del centro di Medicina della Sessualità e Andrologia dell'Università degli Studi di Firenze -. Ad oggi, solo il 10% delle persone che si presentano viene selezionato. Da quando abbiamo aperto il servizio al centro di crioconservazione di liquido seminale operante a Careggi, abbiamo avuto 12 soggetti che si sono proposti come donatori, ma di questi solo uno ha fin qui terminato positivamente il percorso".

Eppure “la coppia vuole riempire il nido ma, in un caso su dieci, non ci riesce - aggiunge il professor Maggi -. Questo fallimento è spesso risolvibile con la normale pratica clinica o con l'aiuto di sofisticate tecniche di procreazione medicalmente assistita. Ora anche in Italia è possibile aiutare queste coppie con il dono di gameti. Nel nostro Paese non è possibile alcuna forma di compenso per il donatore, quindi solo l'altruismo e la solidarietà possono spingere la cittadinanza ad offrire un dono così prezioso. Il convegno in programma il 19 marzo si prefigge l'obiettivo di sensibilizzare le persone sull'importanza di donare gameti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Panico in Autogrill: sospetto Coronavirus per una donna cinese

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Coronavirus: le precauzioni della regione Toscana

Torna su
FirenzeToday è in caricamento