Evasione: ha un ristorante in Mugello, non dichiara 1,6 milioni di ricavi

Il proprietario del locale è stato denunciato dagli uomini della guardia di finanza. Oltre l'evasione ha impiegato quasi tutto il personale in modo irregolare o al nero

Ha nascosto al fisco ricavi per 1,6 milioni di euro e non ha versato Iva per oltre 93.000 euro, Irap per 33.660 e ritenute per 58.400 euro. Si tratta del titolare di un ristorante nel Mugello che per tre anni ha dichiarato meno della metà dei suoi ricavi e ha impiegato quasi tutto il personale in modo irregolare o al nero. Ventisei i 26 dipendenti impiegati nel tempo in modo irregolare, di cui due completamente al nero. Scoperto dai finanzieri, l'uomo è stato denunciato per infedele dichiarazione. Secondo quanto appreso, nei confronti dei dipendenti, per lo più giovani di nazionalità italiana, albanese e romena, si procederà ad effettuare il recupero a tassazione dei redditi non dichiarati. Il complessivo volume d'affari del ristorante è stato ricostruito attraverso la dettagliata documentazione extracontabile tenuta dal ristoratore, che aveva costituito una contabilità parallela a quella ufficiale nella quale, nella quale erano indicati i ricavi giornalieri da 'occultare' e gli stipendi corrisposti in nero ai propri dipendenti. Solo metà dei ricavi annui confluivano nella dichiarazione dei redditi del ristorante. Stessa sorte toccava agli stipendi dei dipendenti.

Potrebbe interessarti