Giani contro le incursioni delle femministe in consiglio regionale: "Vi denunciamo"

Consiglio regionale interrotto per la presenza delle attiviste di 'Non una di Meno'

Il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani

Come ogni mercoledì le attiviste di 'Non una di Meno' sono entrate in consiglio regionale per protestare contro una convenzione tra le aziende sanitarie e il forum toscano delle famiglie e per la presenza di associazioni pro-life nei consultori. 

La protesta delle mutande del 14 maggio scorso

Le soluzioni prospettate finora dalla Regione non soddisfano le esponenti di 'Non una di meno', che hanno deciso di portare in ogni seduta la loro voce di protesta.

Questa volta appena le femministe hanno iniziato a intonare i loro slogan, il presidente Giani si è infuriato e ha detto: "Basta, ci avete annoiati".

Poi ha continuato: "State interrompendo i lavori del consiglio, è proprio di pessimo gusto. Ma vi rendete conto della vergogna che dovete avere a interrompere i lavori del Consiglio in modo così immotivato? Prego i nostri addetti di portarle nel luogo dovuto. Questa e' interruzione di pubblico servizio, vi denunciamo penalmente. Vorrei che queste persone fossero identificate"

Quello di Giani non sembra uno sfogo ma sembra voler procedere sul serio.

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Spioncino digitale: ecco come funziona e perchè sceglierlo

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Incidente in montagna sulle Dolomiti: muore escursionista fiorentino

  • Incidente in Viale Redi: precipita nel Mugnone / FOTO - VIDEO

  • Terremoto: nuova scossa, la terra trema ancora

  • Meteo Firenze: allerta per pioggia e temporali

Torna su
FirenzeToday è in caricamento