Esercitazione intercomunale di protezione civile a Rignano sull’Arno

“ASEF 8”: venerdì 11 ottobre e sabato 12 ottobre 2019.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Nei giorni di venerdi 11 ottobre e sabato 12 ottobre è organizzata – nel comune di Rignano sull’Arno - un’esercitazione di Protezione civile che vede coinvolti circa 50 operatori di Protezione Civile di vari enti e corpi tra i quali: il Comune di Rignano sull’Arno, il corpo associato di Polizia municipale di Rignano sull’Arno, il Centro Intercomunale di Protezione Civile “Arno Sud-Est fiorentino” e le Associazioni di Volontariato convenzionate per la Protezione Civile con i Comuni afferenti alla Gestione Associata Arno Sud-Est F.no. L’esercitazione prevederà uno scenario in cui sarà in vigore un’allerta meteo codice GIALLO per il rischio idrogeologico-idraulico reticolo minore e vento forte con un crollo parziale della biblioteca comunale di Rignano sull’Arno. Si attiverà la macchina dei soccorsi che lavoreranno, a stretto contatto nella filosofia dei principi si sussidiarietà ed integrazione, per evacuare tutte le persone presenti, assicurandosi che i feriti siano immediatamente soccorsi e che i restanti raggiungano un’area sicura. Questo genere di appuntamenti è di grande importanza per gli operatori del settore quale strumento di prevenzione e di verifica dei piani di emergenza, con l’obiettivo di testare il modello di intervento, di aggiornare le conoscenze del territorio, l’adeguatezza delle risorse e di preparare i soggetti interessati alla gestione delle emergenze. Ma servono anche alla popolazione per favorire la crescita di una corretta e moderna “cultura di protezione civile” e per veicolare il messaggio che la Protezione Civile non è soltanto materia di competenza delle Istituzione ma che è di ognuno di noi. Uno degli aspetti centrali della prevenzione è infatti sensibilizzare la popolazione sui rischi del territorio, su cosa fare in caso di pericolo, e su come agevolare i soccorsi durante una calamità. Infine una duplice comunicazione ai cittadini: 1. non allarmarsi per il cospicuo passaggio di mezzi di soccorso; 2. considerare eventuali rallentamenti sulle strade.

Torna su
FirenzeToday è in caricamento