Duplice omicidio ad Impruneta: trovata l'arma e abiti sporchi di sangue / FOTO

Il ritrovamento dei carabinieri su indicazioni del figlio, che resta in carcere accusato del duplice delitto

I carabinieri hanno trovato quella che probabilmente è l'arma utilizzata per il duplice delitto di Impruneta del 30 giugno scorso, quando furono trovati uccisi Osvaldo Capecchi e la sua compagna Patrizia Manetti.

Accusato del duplice omicidio è il figlio della coppia, Dario Capecchi, con problemi psichiatrici, che resta in stato di arresto. E proprio su indicazioni di quest'ultimo ieri i carabinieri hanno trovato l'arma, un coltello da 28 centimetri e con la punta piegata.

E' stata trovata anche una maglietta sporca di sangue e un paio di scarpe da ginnastica. Il tutto è stato ritrovato nei pressi di via Vittorio Veneto, ad Impruneta, in un sopralluogo mirato dopo le indicazioni fornite dall'uomo. La maglietta e il coltello erano in una busta di plastica, nascosta sotto una pietra ai margini di una strada sterrata.

Tutto il materiale, sia il coltello che gli indumenti, probabilmente usati da Dario Capecchi e poi abbandonati prima di essere arrestato, è stato sequestrato e sarà sottoposto ad accertamenti.

Potrebbe interessarti

  • Estate: 5 fiumi dove fare il bagno in Toscana

  • Ligabue al Franchi: scaletta, info utili, divieti e parcheggi

  • San Giovanni ‘un vole inganni: come nasce il celebre detto

  • Solstizio d'Estate, tra miti e leggende: gli eventi a Firenze e dintorni

I più letti della settimana

  • Estate: 5 fiumi dove fare il bagno in Toscana

  • Via del Varlungo, cadavere impiccato a palo della luce

  • Fuochi d'artificio di San Giovanni: finale col botto per i "fochi" 2019

  • Saldi estivi 2019: quando iniziano e alcuni consigli

  • Incendio nel ristorante di sushi di viale dei Mille: palazzina evacuata

  • Incidente sulla Fi Pi Li: morti due ragazzi di Empoli

Torna su
FirenzeToday è in caricamento