Droga: sequestrato un laboratorio clandestino e 10 chili di marijuana

Due maxi operazioni dei carabinieri

Sequestrati oltre 10 chili di marijuana e un laboratorio clandestino, tre persone arrestate e una denunciata sono il risultato di due distinte operazioni dei carabinieri, messe a segno nei giorni scorsi. I primi a entrare in azione sono stati i militari della stazione di Impruneta, che  martedì, durante un servizio antidroga, hanno scovato 8 chili di eroina e arrestato due persone.

Mercoledì invece, i carabinieri del Nucleo investigativo hanno tratto in arresto due pregiudicati albanesi dimoranti in città, un 47enne e un 48enne, dopo averli bloccati nella frazione Ponte a Ema di Bagno a Ripoli, mentre consegnavano un partita di stupefacente a un soggetto italiano, di 42 anni, pregiudicato del luogo, ora denunciato a piede libero.

Alcune ore prima infatti, i militari avevano scoperto che due persone di nazionalità albanese avrebbero consegnato una partita di droga destinata al mercato locale:  è così scattata l'indagine con un servizio di appostamento, che ha permesso di rinvenire in un'auto, all’interno di un bustone, due chili di marijuana. Una successiva perquisizione in un'abitazione invece, ha permesso di sequestrare altri 60 grammi del medesimo stupefacente, un bilancino di precisione e materiale comunemente utilizzato per confezionare la droga.

I Carabinieri della Stazione di Grassina invece,  al termine di una specifica attività info-investigativa, ieri hanno localizzato nel Comune di Bagno a Ripoli un’abitazione adibita alla coltivazione, confezionamento e spaccio di marijuana. In particolare, con un serie di appostamenti, anche notturni, i militari hanno registrato e documentato movimenti sospetti, individuando così una vera e propria “centrale dello spaccio”.  

E' così scattata una perquisizione eseguita anche con l’ausilio di unità cinofile, e i carabinieri hanno scoperto due locali adibiti a coltivazione, mediante l’utilizzo di serre e luci termiche, nonché al confezionamento dello stupefacente. Ingente il quantitativo sequestrato: complessivamente 8 chili di marijuana contenuta in buste da circa 200/300 grammi ciascuna, nonché la somma contante di 21.060 euro, ritenuta provento dell’attività illecita.

 Il proprietario dei locali, 55enne del luogo, nullafacente, pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, che si trovava all’interno della stessa abitazione nel corso dell’attività, è stato arrestato per coltivazione, produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. I locali adibiti a laboratorio sono stati sottoposti a sequestro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fratelli morti in hotel, l'autopsia: arresto cardiorespiratorio da intossicazione di stupefacenti

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Sylvie Lubamba: “Sono in crisi, ho chiesto il reddito di cittadinanza" 

  • 'Miss Nonna Italiana 2019': premiata anche una fiorentina

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Parcheggi sulle strisce blu: “Dal 2020 gratis per i residenti in tutte le Zcs”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento