Impruneta, maxi sequestro di eroina: nascosta in auto e a casa, 2 arresti

I carabinieri hanno fermato un giovane risalendo poi all'ingente quantitativo di stupefacente

Si è conclusa con il sequestro di 8 chili di eroina dal valore di mercato di 400mila euro e l’arresto di due persone, la maxi operazione antidroga dei carabinieri di Firenze realizzata in provincia. In manette sono finiti due spacciatori, entrambi cittadini albanesi, rispettivamente di 25 e 33 anni.

Nella serata di ieri i carabinieri della stazione di Impruneta infatti, nel corso di un servizio mirato al contrasto e spaccio di sostanze stupefacenti, in pieno centro della frazione Tavarnuzze, fermato un’auto per un normale controllo ma il cui conducente, alla vista dei militari, con un movimento sospetto, ha tentato di sottrarsi al controllo. 

Alla guida un cittadino albanese 25enne,  ansioso e riluttante: atteggiamenti che  hanno insospettito ancor di più i militari dell'Arma che hanno proceduto ad una perquisizione finalizzata alla ricerca di stupefacenti. E’ cosi che i militari hanno scoperto che la Fiat Punto era stata tecnicamente adibita al trasporto di sostanze stupefacenti. Al suo interno infatti, erano stati creati due specifici vani ad apertura elettrica, sia sopra il cruscotto che dietro al pannello radiofonico, dove sono stati rinvenuti due panetti perfettamente sigillati contenenti 1,1 kg di eroina.

Le ricerche si sono poi spostate nel Comune di Greve in Chianti , a casa  del 25enne, dove un connazionale 33enne, è stato sorpreso all'interno di un vero e proprio laboratorio artigianale per il confezionamento delle sostanze stupefacenti. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito ai carabinieri di rinvenire sostanza da taglio, una pressa, alcuni stampi e materiale per la miscelazione ed il confezionamento, nonché ulteriori 14 panetti per un totale di circa 7,2 chiliu di eroina. Tutto il materiale è stato sequestrato insieme all'autovettura ed all'appartamento. Lo stupefacente sequestrato, ancora da destinare al dettaglio, avrebbe garantito almeno 400mila euro agli spacciatori. I due uomini sono finiti nel carcere di Firenze Sollicciano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento