Scandicci: beccati 3 dodicenni mentre rubavano i videogame, non era la prima volta

Sono stati sorpresi tre giovanissimi taccheggiatori del Centro Commerciale di Ponte a Greve. In tutto avevano portato via 14 giochi, non essendo imputabili i ragazzi sono stati affidati alle famiglie

Avevano accuratamente rimosso i sistemi antitaccheggio di tre giochi per consolle occultandoli nei loro indumenti per poi oltrepassare le casse del
centro commerciale di Ponte a Greve.
Protagonisti della vicenda sono tre minori di età compresa tra i 12 e i 13 anni che, dopo esser stati sorpresi dalla vigilanza privata, hanno subito riconsegnato il bottino del valore di 60 euro.
Agli agenti della volante intervenuta sul posto, i ragazzi hanno confessato anche altri taccheggi avvenuti nei giorni scorsi sempre presso il medesimo “store”.
I poliziotti hanno riaffidato i minori non imputabili alle rispettive madri, due delle quali, su indicazione dei figli reo confessi, si sono presentate in Questura con altri 14 giochi che a loro insaputa erano il frutto di precedenti spedizioni del gruppetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

Torna su
FirenzeToday è in caricamento