Diffamazione, prima udienza Renzi contro dipendente del Comune

Alessandro Maiorano è difeso dall'avvocato Carlo Taormina

Prima udienza a Firenze del processo che vede imputato il dipendente comunale di Palazzo Vecchio, Alessandro Maiorano, denunciato per diffamazione dal premier Matteo Renzi in quanto ex sindaco di Firenze. La causa riguarda numerose dichiarazioni rilasciate alla stampa da Maiorano, che accusa Renzi di "spese folli ai danni dei contribuenti". A chi gli chiedeva come mai ha accettato questo incarico, Taormina ha risposto di essere stato contatto "da un gruppo di amici torinesi di Maiorano".

VICENDA - Maiorano, che nel 2011 denunciò a sua volta Renzi per mobbing, fu querelato dal segretario del Pd per alcune sue affermazioni riguardo presunti sperperi di denaro quando il presidente del Consiglio ricopriva il ruolo di presidente della Provincia.

Nello specifico sono due le esternazioni, entrambe riportate sul web, che hanno fatto finire la vicenda in tribunale per aver portato “offesa al prestigio e all'onore". Gli episodi riportati nella denuncia sono un'intervista a un quotidiano on line e la pubblicazione di una foto di Maiorano con una maglietta recante la frase "Matteo Renzi ha speso 20 milioni di euro da presidente della Provincia pagati dal contribuente", accompagnata da altre affermazioni. Maiorano spiegò di avere fatture e altri documenti che proverebbero il presunto spreco.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: dalla Cina stanno rientrando a Prato e Firenze 2.500 persone

  • I migliori locali di Firenze, dalla pizza alla cucina etnica: ecco i 12 vincitori

  • Folle inseguimento, paura sui viali: 14enne semina il panico

  • Marradi: soppresso da Papa Francesco il monastero domenicano. Le tre suore saranno trasferite

  • Frecciarossa deragliato a Lodi: prodotto a Firenze il pezzo difettoso del cambio all'origine della tragedia

  • Droga alle Cascine: trovate eroina, marijuana e hashish

Torna su
FirenzeToday è in caricamento