Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

Sebbene quasi tutte presenti nel dizionario di lingua italiana, ci sono espressioni a cui solo i fiorentini ricorrono spesso e volentieri. Ecco quelle che potrebbero lasciare interdetto un interlocutore non toscano

David di Michelangelo Credits: Wikipedia

Allungare 
In toscano va inteso non solo come “aumentare la lunghezza di qualcosa”, ma anche come sinonimo di “avvicinare”, “passare”. Es. Che m’allunghi la borsa? Un c’arrivo!

​Bailam(m)e
Dalla rumorosa festa turca del bairam deriva l’espressione tutta toscana per indicare una confusione incontenibile. Es. In questa stanza c’è un bailame porta via!

Bischero e Grullo
Due degli epiteti più famosi del dialetto toscano, che nascondono altrettante storie, rispettivamente quella della famiglia dei Bischeri e quella dei Dal Borgo. Leggere per credere. 

Brindellone
E' il carro che da secoli viene portato davanti al Duomo di Firenze per Pasqua. Talmente alto e ingombrante che non si riferisce esclusivamente al tradizionale Scoppio del carro, ma indica anche un giovanotto di statura elevata, sgraziato e po' sempliciotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • Scandalo parcheggi abusivi, raffica di arresti. In manette anche il capo dei controllori Sas

  • I mercatini di gennaio a Firenze

  • Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

Torna su
FirenzeToday è in caricamento