Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

Sebbene quasi tutte presenti nel dizionario di lingua italiana, ci sono espressioni a cui solo i fiorentini ricorrono spesso e volentieri. Ecco quelle che potrebbero lasciare interdetto un interlocutore non toscano

David di Michelangelo Credits: Wikipedia

Allungare 
In toscano va inteso non solo come “aumentare la lunghezza di qualcosa”, ma anche come sinonimo di “avvicinare”, “passare”. Es. Che m’allunghi la borsa? Un c’arrivo!

​Bailam(m)e
Dalla rumorosa festa turca del bairam deriva l’espressione tutta toscana per indicare una confusione incontenibile. Es. In questa stanza c’è un bailame porta via!

Bischero e Grullo
Due degli epiteti più famosi del dialetto toscano, che nascondono altrettante storie, rispettivamente quella della famiglia dei Bischeri e quella dei Dal Borgo. Leggere per credere. 

Brindellone
E' il carro che da secoli viene portato davanti al Duomo di Firenze per Pasqua. Talmente alto e ingombrante che non si riferisce esclusivamente al tradizionale Scoppio del carro, ma indica anche un giovanotto di statura elevata, sgraziato e po' sempliciotto.

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Le sagre di Ferragosto da non perdere

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Bambino di 8 anni muore dopo una settimana di agonia

  • Ondata di caldo: codice rosso oggi a Firenze

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Tramvia: tram e scooter viaggeranno insieme

  • Tre ricette toscane per combattere il caldo estivo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento