Via di Novoli: Sfonda un portone, si mette a urlare e aggredisce la polizia, arrestato

L’uomo sarebbe stato sotto l’effetto di alcol e droga

Ha seminato il panico in via di Novoli ieri intorno alle 19 quando un uomo ha danneggiato un’auto e una moto in sosta ed è entrato nel portone di un palazzo. Sul posto la polizia chiamata da alcune persone preoccupate. L’uomo, un cittadino georgiano di 25 anni, ha aggredito gli agenti. Per il 25enne sono scattate le manette.

L’uomo, dopo aver danneggiato il finestrino di un’utilitaria e una moto parcheggiata, ha sfondato il portone d’ingresso di un palazzo dove è entrato e ha cominciato a gridare  contro una persona ( probabilmente  inesistente). All’arrivo degli agenti si è scagliato contro di loro prendendoli a calci e pugni, nel frattempo si era tolto la maglietta. Una volta fatto salire sulla volante il 25enne non si è calmato bensì ha cominciato a tirare calci tanto da rompere il finestrino della vettura. E’ stato accompagnato in questura dove sono stati chiamati i sanitari ma il 25enne ha inveito anche contro di loro. Il personale del 118 lo ha portato all’ospedale di Santa Maria Nuova dove è stato sedato.  Sarebbe poi risultato positivo a alcol e droga.

In nottata è stato portato nel carcere di Sollicciano.  Le accuse sono danneggiamento aggravato (anche dell’auto della polizia), violazione di domicilio aggravato (per essersi introdotto nel palazzo), oltraggio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I due poliziotti feriti, medicati al pronto soccorso, hanno riportato entrambi una prognosi di otto giorni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Eroina, ancora una vittima: morta di overdose una ragazza di 25 anni

  • Cronaca

    Largo Annigoni, derubati e poi pestati di botte: gravi due giovani

  • Cronaca

    Sciopero dei taxi per protesta contro il governo

  • Elezioni comunali 2019

    Elezioni 2019, Marcheschi: "Faccio un passo indietro solo se centro-destra ha candidato unitario"

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Siria: ucciso dall'Isis giovane combattente fiorentino

  • Rissa fra genitori: partita sospesa, bambini in lacrime

  • Ucciso dall'Isis, la lettera d'addio di Lorenzo: “Sono morto facendo quello che ritenevo giusto”

  • Autostrada A1: incidente tra mezzi pesanti, un morto

  • Lite al ristorante degenera: cuoco finisce all'ospedale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento