Corridoio Vasariano danneggiato: individuato il responsabile

Identificato dalla polizia municipale

Foto Facebook

È stato individuato dalla polizia municipale il mezzo responsabile del danneggiamento di questa mattina (inizialmente si pensava che fosse successo nella notte) ad una colonna del Corridoio Vasariano, nei pressi di ponte Vecchio.

Secondo la dinamica ricostruita dalla polizia municipale grazie alle immagini delle telecamere, un grosso camion addetto alle consegne intorno alle 7 ha scaricato merce in via Por Santa Maria, ha poi proseguito e, arrivato in piazza del Pesce, ha fatto inversione di marcia. Durate questa manovra avrebbe urtato la colonna per poi allontanarsi verso piazza Signoria.

Sempre grazie alle telecamere è stata individuata la ditta proprietaria del mezzo, con sede legale a Caserta, in Campania: ora verrà  convocato il legale rappresentante per l'esatta identificazione del conducente e la contestazione di tutti gli illeciti del caso.

Il danno, come confermato dal direttore della Galleria degli Uffizi Eike Schmidt, è “notevole”. Ancora da quantificare, potrebbe essere di diverse decine di migliaia di euro.

Il direttore dopo il danneggiamento: "Ripensare all'accesso delle auto"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tramvia: il rendering con tutte le fermate della linea 3.2 / FOTO

  • Cronaca

    Matteo Renzi sull'arresto dei genitori: “Un capolavoro mediatico”

  • Cronaca

    Ataf rivoluzione: ecco gli autobus della 'flotta ecologica' / FOTO

  • Cronaca

    Tragedia a Calenzano: 21enne muore in polisportiva

I più letti della settimana

  • "Quattro ristoranti": la trattoria che ha detto "no" allo chef Borghese

  • Alessandro Borghese a Firenze: ecco i "Quattro ristoranti" in gara

  • Tramvia: linea 2 strapiena, la protesta di un fiorentino

  • Incendio all'Uci Cinemas di Campi Bisenzio: evacuate 1200 persone

  • Morto Salvatore Spera: il re della pizza a Firenze

  • Tramvia, la Soprintendenza: “La linea per Bagno a Ripoli così non si può fare”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento