Il Cuore si scioglie, nuovi progetti insieme alle realtà associative della Toscana

La Fondazione "Il Cuore si scioglie" lancia un'iniziativa di crowdfunding in collaborazione con Eppela, le realtà associative del territorio e le sezioni soci Coop

Venti progetti “pensati con il Cuore” lanciati dalla Fondazione "Il Cuore si scioglie" per il 2017, con il coinvolgimento di tante realtà associative dei territori toscani, dove i progetti si svolgono e di Eppela, la piattaforma crowdfunding dove i progetti saranno in vetrina, perché trovino sostenitori pronti a dare il proprio contributo economico alle idee proposte.

Un sostegno importante verrà anche dalle sezioni soci Coop, che organizzeranno iniziative di promozione dei progetti, rendendoli il più possibile condivisi dalla comunità del proprio territorio. I 20 progetti ruotano tutti intorno a quattro temi portanti: povertà, marginalità e integrazione, emergenza abitativa e violenza di genere.

I primi cinque, on line dal 16 gennaio, coinvolgono la cooperativa sociale “I ragazzi di sipario onlus” (Firenze), impegnata nell’inserimento lavorativo di giovani disabili attraverso esperienze nel settore della ristorazione, la cooperativa sociale “Il Simbolo” (Pisa) che offre servizi ai minori in stato di abbandono, l’associazione “Piero Farulli onlus” (Valdisieve) che promuove la musica anche come strumento di incontro fra culture e tradizioni diverse, la “Fondazione Danilo Nannini onlus” (Siena) che gestisce una casa di accoglienza per le mamme di bambini prematuri o affetti da gravi patologie durante il loro ricovero e la “Fondazione Dopo di Noi onlus” (Empoli), attiva con un progetto di coabitazione di ragazzi con disabilità, già operativo presso Casa Arrighi.

Dopo questi primi cinque, i successivi progetti si succederanno a scaglioni di cinque nel corso del 2017 e andranno on line a marzo, a maggio e a luglio. I progetti scelti andranno on line su Eppela con una richiesta di finanziamento di massimo 10mila Euro, da raggiungere entro 40 giorni: al raggiungimento della metà della cifra prefissata, la Fondazione contribuirà con l’altra metà del budget.

Fra i primi a buttarsi in rete, “I ragazzi di Sipario”, la cooperativa sociale che dal 2007, a Firenze si occupa di inserimento lavorativo di giovani disabili attraverso esperienze nel settore della ristorazione. “Cuochi e camerieri alla riscossa”, questo il titolo del progetto che punta a raccogliere fondi per inserire alcuni ragazzi in un percorso di formazione e lavoro, come spiega Marco Martelli Calvelli, presidente della cooperativa: “Il nostro obiettivo è rendere i ragazzi sempre più autonomi e il progetto sviluppato con la Fondazione Il Cuore si scioglie è una nuova importante opportunità in questa direzione. Da anni sfidiamo luoghi comuni e difficoltà e facciamo il possibile perché i nostri ragazzi speciali diventino camerieri e cuochi. In parte abbiamo già vinto e vinciamo ogni giorno, quando le persone vengono al nostro bistrot o scelgono i nostri servizi di catering. Con questo progetto ci mettiamo di nuovo in gioco e con le sezioni soci Coop di Firenze e altri partner locali abbiamo già in cantiere tanti eventi per coinvolgere i cittadini in questa nuova importante avventura”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento