Scandicci, aumentano i posti di lavoro: +12% di occupati in 2 anni

I dati della Camera di Commercio diffusi dal Comune: aumentano pelletteria, servizi e manifattura

Posti di lavoro in aumento a Scandicci. In due anni il numero di lavoratori nel comune limitrofo a quello fiorentino è aumentato di 2mila769 persone, ovvero del +12,9%, passando dai 21mila505 addetti complessivi del 2016 ai 24mila274 del 2018. La crescita è stata di 1.061 lavoratori tra il 2016 e il 2017 e di 1.708 lavoratori tra il 2017 e il 2018. 

I dati sono stati forniti dall'Ufficio Statistica e Studi della Camera di Commercio di Firenze all'Amministrazione Comunale di Scandicci e diffusi da quest'ultima e si riferiscono agli addetti che lavorano nelle unità locali con sede nel territorio comunale, anch'esse in crescita nei due anni (da 5.359 del 2016 a 5.381 del 2018), seppur in proporzione ridotta rispetto all'aumento del numero dei lavoratori.

Che il numero di posti di lavoro nel comune di Scandicci sia in aumento è confermato anche dal confronto dei dati forniti al Comune dal Centro per l'impiego della Regione Toscana per gli anni 2017 e 2018: gli avviamenti al lavoro lo scorso anno sono stati 10.915 (5.291 donne e 5.624 uomini), mentre nel 2017 furono 10.265 (4.968 donne e 5.297 uomini), con un aumento di 650 pratiche (+6,3%).

Tre lavoratori circa su dieci a Scandicci sono occupati nel settore della pelletteria (gli addetti totali nelle aziende di questa categoria sono 7.307) e complessivamente il 48,4% in attività manifatturiere (11.745 lavoratori in tutto): proprio in questi comparti troviamo crescite importanti per quanto riguarda il numero di addetti, con le attività per la “Fabbricazione di articoli in pelle e simili” che registrano un aumento di 1.382 occupati complessivi in due anni (+23,3%); il numero di unità locali attive in questo settore resta tuttavia sostanzialmente costante, con 477 sedi nel 2018 contro le 474 di due anni prima. In tutto nelle attività manifatturiere il numero di lavoratori dal 2016 al 2018 è cresciuto di 1.615 unità (+15,9%).

Se la pelletteria è il settore produttivo con l'aumento più importante di lavoratori in numeri assoluti, in termini percentuali le crescite maggiori si registrano per le attività immobiliari, +47% (302 addetti contro i 205 di due anni prima), per i servizi di informazione e comunicazione, +32% (da 187 nel 2016 a 248 nel 2018), per attività di servizi di alloggio e di ristorazione, +27% (da 728 a 926 addetti nei due anni di riferimento).

Da segnalare infine la crescita del settore “Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese”, importante sia percentualmente, +29%, sia in valori assoluti: i lavoratori in questo settore sono aumentati di 475 unità in due anni, passando dai 1.613 del 2016, ai 1.792 del 2017, ai 2.088 del 2018.

Lavoro: 400 offerte per l'estate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo scomparso: trovato morto, deceduto in incidente stradale

  • Maltempo: attesa la piena dell'Arno / FOTO

  • Tramvia, destra e 5 Stelle attaccano: “No allo scempio, sì al modello cinese senza binari”

  • Morto il giovane rapper Cry Lipso 

  • Ragazzo scomparso a Firenze, l'appello della madre: “Aiutateci, siamo disperati”

  • Maltempo: in transito l’ondata di piena dell’Arno in città / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento