Corruzione in Anas Firenze: arrestati 8 imprenditori

I reati ipotizzati sono associazione per delinquere, corruzione ed estorsione: indagati anche un ex assessore e un funzionario della Regione Sicilia

Corruzione finalizzata all'assegnazione di appalti e commesse del compartimento Anas di Firenze: con questa accusa, su richiesta della Procura di Firenze, sono stati arrestati questa mattina 8 imprenditori, finiti ai domiciliari.

Nella stessa inchiesta sono stati in passato arrestati due pubblici ufficiali che all'epoca dei presunti reati lavoravano nel compartimento Anas del capoluogo.

I reati ipotizzati sono associazione per delinquere, corruzione ed estorsione. Contemporaneamente agli arresti, sono stati emessi anche mandati di perquisizione nei confronti delle proprietà degli 8 imprenditori, dimoranti in Sicilia.

L’attività di indagine del Ros dei carabinieri, nata dalle emergenze investigative che hanno protato a richiedere l’odierno provvedimento cautelare, concerne in particolare l’attività e la gestione di una delle imprese siciliane interessate agli appalti - già amministrata da uno degli arrestati , ed oggetto di perquisizione nella prima fase dell’indagine -, che risulta essersi aggiudicati appalti indetti dal Compartimento Anas di Firenze per oltre 5 milioni di euro nel 2015. In tale società risulta operare, quale “amministratore di fatto” (occulto), un altro degli arrestati, di intesa e comunque con l’appoggio di un noto avvocato palermitano.