Valdarno: operaio cassintegrato per l'emergenza Coronavirus sgozza la figlia di 3 anni

L'uomo ha poi tentato il suicidio. Salvato dai pompieri e dai carabinieri. Ferito anche il fratellino. I vicini: "Era stressato e preoccupato"

Foto da Today.it

Tragedia familiare in Valdarno. Un uomo ha ucciso la figlia di 3 anni e mezzo accoltellandola al collo, poi si è gettato in un pozzo per uccidersi a sua volta. L'hanno salvato i vigili del fuoco e i carabinieri.

E' accaduto a Levane, una frazione di Bucine, paese dell'Aretino. L’uomo, un operaio di 39 anni, attualmente in cassa integrazione a causa della crisi legata all'emergenza Coronavirus, è stato tirato fuori dal pozzo e trasportato d'urgenza in ambulanza all’ospedale della Gruccia, in Valdarno.

Secondo i primi accertamenti dei militari della compagnia di San Giovanni Valdarno, intervenuti ieri mattina in via Togliatti, il delitto si sarebbe consumato in casa intorno a mezzogiorno. Era presente anche l’altro figlio di 12 anni, mentre la madre era fuori a fare la spesa.

Forse in preda a un raptus, forse a causa di una precedente lite familiare, il padre si sarebbe scagliato contro i figli impugnando un coltello da cucina.

La bambina, raggiunta al collo dai fendenti, sarebbe morta in pochi istanti, mentre il fratello - lievemente ferito - sarebbe riuscito a scappare e a raggiungere la casa dei vicini, da dove è partito l'allarme.

L'operaio, originario del Bangladesh, sarebbe stato visto correre nudo verso il vicino pozzo, con l'arma in mano, dove si è poi buttato. All'arrivo dei soccorritori, per la bimba non c'era già più nulla da fare. La moglie, rientrata dalla spesa e scoperto l'accaduto, è rimasta gravemente sotto choc.

Il 12enne è stato trasportato all'ospedale valdarnese della Gruccia, con lievi ferite da taglio. Nello stesso ospedale, anch'egli non grave, è stato portato anche suo padre, tirato su dal pozzo dai pompieri e dai carabinieri. Pozzo nel quale è stato ritrovato il coltello utilizzato per il delitto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo alcune testimonianze, nella famiglia del 39enne - arrestato per omicidio dai carabinieri coordinati dal pm aretino Laura Taddei - nei giorni scorsi ci sarebbero state diverse discussioni, causate forse da problemi economici e convivenza forzata. L'operaio, che lavora per una ditta di pulimentatura, appariva stressato e preoccupato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce a Firenze

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Scosse di terremoto nel Fiorentino

  • Scappano dal ristorante al mare senza pagare: 5 giovani fiorentini rintracciati e riportati a saldare il conto

  • Rissa all'Isolotto: resa dei conti in strada

Torna su
FirenzeToday è in caricamento