Coronavirus: morto il primo medico fiorentino

Contagiato a metà marzo. Cordoglio dell'amministrazione comunale di Scarperia e San Piero

Firenze piange il primo medico vittima del Coronavirus. Si tratta del dottor Giandomenico Iannucci, che operava a Scarperia e San Piero (Firenze). Il medico era risultato positivo al Covid-19 a metà marzo scorso.

Gli ambulatori in cui prestava servizio erano stati immediatamente sanificati e una trentina di suoi pazienti erano stati posti in isolamento, a seguito dell'indagine epidemilogica subito avviata dall'Asl.

Il decesso del medico di base, conosciuto e stimato in Paese, ha scosso profondamente la comunità mugellana. Commenta sui social il sindaco di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti: "Sorpresa e sgomento sono le emozioni che stamani, venerdì 3 aprile, hanno colto l’intera comunità di Scarperia e San Piero alla notizia della prematura scomparsa del medico di base Giandomenico Iannucci".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ci stringiamo commossi attorno alla famiglia del dottor Iannucci ricordandolo come persona gioviale, affabile, sempre sorridente e disponibile con i suoi pazienti. Il prezzo che stanno pagando i medici in tutta Italia è altissimo, e soprattutto i medici di famiglia, dimostrando quanto il loro ruolo rappresenti davvero quello più prossimo ai cittadini. Ci mancherà il suo lavoro e la sua professionalità, ci mancherà la sua umanità” ha aggiunto il sindaco Ignesti, a nome di tutta l'amministrazione comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Scosse di terremoto nel Fiorentino

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

  • Rissa all'Isolotto: resa dei conti in strada

Torna su
FirenzeToday è in caricamento