Coronavirus, Nardella: “Troppa gente, chiudiamo anche le Cascine”

Il sindaco a 'Omnibus' su La7: “Questa settimana è decisiva, saremo severissimi”

Chiuso per emergenza da coronavirus anche il parco delle Cascine. Lo ha annunciato questa mattina il sindaco Dario Nardella, intervistato al programma Omnibus su La7.

Per il contenimento dei contagi “questa settimana sarà decisiva. Per questo, dopo aver visto durante il fine settimana ancora tanti fiorentini uscire per fare una passeggiata, mi sono arrabbiato e ho preso la decisione di chiudere tutti i parchi”, ha detto Nardella.

La misura, dopo la chiusura nei giorni scorsi di tutti i giardini dotati di cancelli, era nell'aria. “A questo punto chiuderemo i grandi parchi come le Cascine, perché ancora non c'è piena consapevolezza del danno che si fa uscendo di casa senza motivi particolari”, ha aggiunto il sindaco.

“L'unica medicina che oggi abbiamo a disposizione si chiama isolamento. Se vogliamo che la Toscana non faccia la fine dell'Emilia-Romagna, del Veneto e della Lombardia questa settimana dovremmo essere severissimi nelle misure da prendere per tenere le persone in casa”, ha aggiunto Nardella.

“Tra un paio di giorni in Toscana saremo a mille contagi, il 20% di questi sono nell'area fiorentina. La Toscana - ha sottolineato Nardella, ancora in quarantena obbligatoria a casa fino a venerdì – è un po' la linea Maginot perché è la prima regione con un numero contenuto di contagi scendendo dal nord”.

Ma come si arriverà concretamente alla chiusura di grandi parchi come come quelli delle Cascine o dell'Albereta? "Controlleremo lungo i confini e agli ingressi dei parchi, con pattuglie della polizia municipale e con volontari, protezione civile e l'aiuto, spero, anche delle forze dell'ordine", ha poi aggiunto il sindaco Dario Nardella intervenendo a Radio 1.

"Non riesco a comprendere come ancora possa continuare questo comportamento, da parte della minoranza delle persone - ha sottolineato il sindaco -. La stragrande maggioranza sta capendo la gravità della situazione, a Firenze e mi pare in tutta Italia".

Il provvedimento di chiusura dei parchi è stato sancito con un'ordinanza firmata dal sindaco.

Coronavirus: l'ordinanza che chiude Cascine e parchi pubblici

Nell'ordinanza si legge inoltre che "con la chiusura del parco delle Cascine, sono inoltre soppresse fino al termine dell’emergenza la fermata T1 ‘Cascine’ della tramvia e le fermate delle linee Ataf all’interno del parco". 

Nel dettaglio, poi, l’ordinanza del sindaco, "oltre a ribadire tutte le disposizioni del dpcm (decreto del presidente del consiglio dei ministri) e i relativi divieti di assembramento, prevede fino alla cessazione dell’emergenza Covid 19: 

il divieto di accesso e circolazione nei parchi pubblici del Comune di Firenze ad accesso libero; la chiusura di tutte le aree ad accesso regolamentato (parchi, giardini pubblici, aree cani, aree gioco e impianti sportivi a libera fruizione con accesso regolamentato); la soppressione della fermata della linea tramviaria T1, interna al Parco delle Cascine, denominata “Cascine - Olmi”, in entrambe le direzioni; la soppressione delle fermate delle linee del trasporto Ataf all’interno del Parco delle Cascine; il divieto di transito veicolare privato all’interno delle cosiddette aree ad accesso libero".

"Viene inoltre sospeso il mercato settimanale delle Cascine, anche per la parte relativa ai banchi alimentari finora rimasti attivi. Pertanto, oltre a quanto già stabilito dall’ordinanza dell’11 marzo per i mercati di generi vari, nell’area del parco delle Cascine saranno sospese anche le attività di commercio su area pubblica di generi alimentari (quindi il mercato settimanale delle Cascine che si svolge normalmente il martedì). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le mancata osservanza dei divieti comporta l’erogazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 euro a 500 euro, oltre che l’integrazione del reato di ‘Inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità’". 

VIDEO - La gente alle Cascine ieri, domenica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

Torna su
FirenzeToday è in caricamento