Sicurezza fai da te finisce in gaffe: tenta controllo in strada ad agenti di polizia in borghese

Lampeggiante montato in auto e una pistola al peperoncino nella fondina

Li ha tallonati lungo Via Canova e poi li affiancati fino a farli fermare pensando che l'andatura della loro auto fosse sospetta ma non pensava di avere davanti a sé degli agenti di polizia in borghese impegnati in un controllo del territorio contro spaccio di droga e furti. Solo dopo averli obbligati a fermarsi, utilizzando un lampeggiante blu collocato all'interno dell'auto ed estraendo una placca simile a un distintivo, ha cominciato a capire che qualcosa non andava come pensava. Il 27enne li aveva infatti accusati di avere un atteggiamento sospetto in quanto procedevano a velocità troppo moderata, come se stessero compiendo un sopralluogo.

Lo sguardo torvo del giovane fiorentino si è poi ammorbidito dopo qualche istante. Infatti, dopo essersi presentato come un vigilante di pubblica sicurezza, forte di vestire abiti paramilitari e portare nella fondina una potente pistola al peperoncino, ha notato che quelli che aveva di fronte non si erano per nulla scomposti. Anzi. 

A quel punto gli agenti si sono identificati, sequestrando la pistola al peperoncino, il lampeggiante e il porta tesserino. Il 27enne è  tornato a casa con una denuncia per possesso di segni distintivi contraffatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento