Strade, intensificati i controlli sulle cinture di sicurezza

La polizia stradale verificherà l'utilizzo delle cinture di sicurezza, anteriori e posteriori, e i sistemi di ritenuta dei bambini

Cinture di sicurezza

Il prossimo weekend, a partire da venerdì, la polizia stradale fiorentina intensificherà i controlli sull’utilizzo delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per i bambini. Infatti, secondo una ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la percentuale dei conducenti che rispettano l’obbligo di indossare la cintura di sicurezza è del 63% mentre per gli occupanti dei posti posteriori non si arriva al 10%, in quanto si ritiene che, in caso di incidente stradale, questi siano maggiormente protetti rispetto agli occupanti dei posti anteriori.

“Questa errata percezione - si legge in una nota - non tiene conto del fatto che, in caso di incidente, il passeggero posteriore diviene un vero e proprio “proiettile”, che va ad impattare contro il poggiatesta di chi sta davanti oppure rischia di essere sbalzato fuori dal veicolo, con conseguenze anche letali”.

MULTE - L'articolo 172 del Codice della Strada prevede, in caso di omesso utilizzo delle cinture di sicurezza, una sanzione amministrativa da 81 a 326 € e la decurtazione di 5 punti (se a commettere al violazione è il conducente del veicolo). La seconda violazione nel periodo di due anni comporta la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi. Per violazioni commesse da minori risponde il conducente, ovvero se presente, chi è tenuto alla sorveglianza del minore.

Analoga sanzione pecuniaria è prevista in caso di minori aventi statura inferiore a 1,50 metri, non trattenuti da un sistema di ritenuta o trattenuti con sistemi non omologati o non adeguati al peso. Il corretto utilizzo dei sistemi di ritenuta costituisce una fondamentale regola di sicurezza stradale, la cui osservanza è costantemente monitorata dalla polizia stradale, che nel 2014 ha contestato 840 infrazioni per omesso uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta, 3 altre 386 nel primo semestre del 2015.

Su tutto il territorio di competenza, in particolare presso i caselli autostradali e in itinere, i servizi di controllo potranno prevede anche l’impiego di pattuglie con auto con colori di serie e saranno incentrati sulla verifica dell’utilizzo e dell’efficienza delle cinture di sicurezza del conducente e dei passeggeri (anche di quelli occupanti il divano posteriore) e del corretto utilizzo dei sistemi di ritenuta dei bambini.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento