Movida: cocaina fatta in casa, centrale di spaccio per i clienti dei locali

Arrestati un ex giocatore professionista di basket e la convivente

Ieri mattina la polizia ha fermato un ex giocatore professionista di basket, insieme alla convivente, dopo aver scoperto nella loro casa una centrale per lo spaccio e la purificazione della cocaina. 

Il fermo della quarta sezione della squadra mobile fiorentina è scattato dopo un controllo a porta San Frediano, seguito ad alcune segnalazioni per un'attività di spaccio nei luoghi della movida di un energumeno che arrivava in taxi nei locali notturni per poi smerciare gli stupefacenti.

Ieri il cittadino senegalese, un gigante di oltre due metri, è stato intercettato in strada per un controllo durante il quale è però risultato agitato. Il motivo è saltato subito fuori: indosso aveva 21 grammi di cocaina, una fialetta della stessa sostanza oltre a 520 euro in banconote.

Inevitabile la perquisizione a casa. Qui gli agenti hanno trovato la convivente, 40enne fiorentina, mentre con imbuti e acetone purificava la polvere bianca. Sul tavolo da "lavoro" sono stati trovati anche bilancine di precisione, fialette, bicarbonato e 180 grammi di cocaina. A colpire l'attenzione dei poliziotti è stato anche il ritrovamento di un manuale, intitolato Cocaine handbook, dove erano illustrati reazioni chimiche e lavorazioni artigianali della cocaina.

In casa ritrovati anche tablet e smartphone di dubbia provenienza. La coppia è finita in manette con le accuse di detenzione ai fini di spaccio e ricettazione. L'uomo anche per aver opposto resistenza durante l'arresto: due agenti sono stati refertati con cinque e sette giorni di prognosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Pelago, violenta rissa per un parcheggio: prognosi fino a 30 giorni, 4 denunciati

  • Firenze low cost: ecco dove mangiare un bene spendendo poco

  • Cinque cose da fare a Firenze per vivere il Natale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento