Piagge, famiglie fiorentine entrano negli alloggi ristrutturati da Menarini

L'azienda ha ripristinato gli appartamenti di proprietà del Comune di Firenze, consegnati stamane con sindaco Nardella e assessore Funaro

L'inaugurazione

Menarini e il Comune di Firenze questa mattina hanno consegnato 10 case ristrutturate a 10 famiglie della città. La consegna al Quartiere 5 di Firenze, uno dei quartieri della città con maggiore emergenza abitativa, alla presenza di Lucia Aleotti e Alberto Giovanni Aleotti, presidente e il vicepresidente del Gruppo farmaceutico Menarini, Dario Nardella, sindaco di Firenze, e Sara Funaro,  assessore alla casa del Comune.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’impegno dell’azienda farmaceutica era stato di farsi carico in toto del ripristino di 10 alloggi di edilizia residenziale popolare (Erp) di proprietà del Comune, per poterli consegnare a 10 famiglie bisognose. 

Il progetto, in collaborazione con Casa s.p.A. (gestore del patrimonio di edilizia residenziale pubblica dell’area fiorentina) ha consentito il ripristino di impianti elettrici, meccanici e termo-sanitari, la sostituzione di rivestimenti nelle cucine e nei bagni, e la revisione e sostituzione degli infissi di questi 10 appartamenti, situati tra i quartieri 2, 3 e 5 della città di Firenze. I destinatari di queste case sono famiglie fiorentine inserite nelle graduatorie sociali del Comune.

“Lo scorso dicembre abbiamo annunciato in Palazzo Vecchio il nostro impegno di ristrutturare 10 immobili del Comune che si sommano ai 10 ristrutturati lo scorso anno e siamo riusciti a realizzare rapidamente i lavori.  E’ una iniziativa in cui crediamo molto, dato il valore che una casa ha per una famiglia, e ancor di più per quelle in difficoltà, - hanno sottolineato Lucia e Alberto Giovanni Aleotti-. Vedere concretamente che il nostro contributo alla ristrutturazione edilizia ha donato un piccolo momento di serenità alle persone in attesa da tempo di un nuovo alloggio popolare ci riempie di gioia. 

“Un grazie particolare alla famiglia Aleotti e all’azienda Menarini perché per il Comune è decisiva la collaborazione con il mondo del privato che vuole investire su iniziative benefiche e sociali - ha detto il sindaco Nardella -. Operazioni di questo genere si inseriscono in un piano puntale e incisivo sulla casa che abbiamo per la nostra città”. “Questo piano si sviluppa in tre punti - ha spiegato il sindaco -: la realizzazione di nuovi insediamenti, ristrutturazioni e la rivalutazione di alcuni complessi esistenti; il piano legato alla vendita, sulla base della legge regionale 5/2014, di 1.249 alloggi Erp il cui ricavato sarà interamente reinvestito sul patrimonio popolare e il nuovo Regolamento urbanistico che punta sul social housing”. “La nostra attenzione per l’edilizia popolare è massima - ha concluso il sindaco - perché il diritto alla casa è fondamentale ed è il senso di una comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Toscana 35 nuovi casi: il doppio rispetto a ieri. I decessi sono 5, di cui 4 nel Fiorentino

  • Le Frecce tricolori volano "a domicilio": il giro d'Italia passa da Firenze

  • Femminicidio a Cuneo: fermato un ex militare fiorentino

  • Coronavirus Toscana: "La grande truffa delle sanificazioni"

  • Coronavirus: in Toscana positivo l'1%. Quattro su cinque sono asintomatici

  • Paura Isolotto: ambulanza esce di strada e finisce contro una vetrina / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento