Sanità, casa di cura Villa dei Pini: proclamato lo sciopero

Braccia incrociate di dipendenti e sindacati

foto di archivio

Casa di cura Villa dei Pini: la Fp Cgil e i lavoratori indicono sciopero per il 30 maggio. Per la struttura sanitaria, da poco acquisita dal gruppo Kos, dipendenti e sindacati in assemblea hanno proclamato una giornata di braccia incrociare a causa "della scelta unilaterale della dirigenza di applicare, dal primo giugno, ai dipendenti un contratto di lavoro diverso (e peggiorativo: più ore di lavoro e retribuzioni più basse) da quello che attualmente hanno i lavoratori della sanità privata" - si legge in una nota dei sindacati.

La casa di cura (accreditata per 75 posti letto in regime ospedaliero, circa 50 i dipendenti) opera nei settori sanitari di psichiatria, disturbi alimentari, dipendenze della personalità in convenzione con l’Asl: è quindi impropria l’applicazione di un contratto di lavoro non coerente con l’attività prevalente svolta nella struttura, di evidente carattere sanitario.

"La Fp Cgil chiede all’azienda il mantenimento dei livelli occupazionali - concludono i sindacati -e l’applicazione del contratto nazionale della sanità privata ai lavoratori, l’unico adeguato alla situazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo scomparso: trovato morto, deceduto in incidente stradale

  • Maltempo: in transito l’ondata di piena dell’Arno in città / FOTO

  • Maltempo: attesa la piena dell'Arno / FOTO

  • Ponte a Greve: crolla un muro per il maltempo, auto distrutte

  • Tramvia, destra e 5 Stelle attaccano: “No allo scempio, sì al modello cinese senza binari”

  • Morto il giovane rapper Cry Lipso 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento