Carcere di Sollicciano, detenuto appicca fiamme in cella: agente intossicato

Situazione esplosiva, la denuncia del sindacato

Un detenuto ha appiccato un incendio ieri sera, intorno alle 21.30, nella sua cella all'interno del carcere fiorentino di Sollicciano, causando panico tra gli altri reclusi per il fumo diffusosi nelle celle. L'episodio ha causato anche l'intossicazione di uno degli agenti intervenuti.

A rivelarlo è il sindacato Uilpa polizia penitenziaria, spiegando che il fuoco è stato spento grazie all'intervento del personale con tre estintori.

L'agente intossicato è stato portato in ambulanza in ospedale, dove è rimasto ricoverato l'intera notte.

“Quanto accaduto non è un caso isolato. Scene di violenze e danneggiamenti che si verificano nei carceri dell'intero territorio nazionale sono ormai all'ordine del giorno”, commenta Antonio Mautone, segretario della Uilpa polizia penitenziaria di Firenze.

In questi giorni l'impianto di riscaldamento dentro al carcere è rotto e i detenuti sono al gelo.

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Spioncino digitale: ecco come funziona e perchè sceglierlo

  • "Non ci resta che piangere": 35 anni dopo il film in piazza del Carmine

I più letti della settimana

  • Comico toscano miracolato: cade un albero poco prima del suo passaggio

  • Meteo Firenze: allerta per pioggia e temporali

  • Incidente in montagna sulle Dolomiti: muore escursionista fiorentino

  • Incidente in Viale Redi: precipita nel Mugnone / FOTO - VIDEO

  • Terremoto: nuova scossa, la terra trema ancora

  • Tramvia: dagli scavi sui viali spunta la testa delle mura, è polemica

Torna su
FirenzeToday è in caricamento