Carabinieri, 72° anniversario dei Martiri di Fiesole

Presenti anche i figli di alcuni ostaggi salvati dal sacrificio dei tre uomini dell'Arma

Sono trascorsi 72 anni da quando i tre carabinieri, Alberto La Rocca, Fulvio Sbarretti e Vittorio Marandola, si sacrificarono per salvare la vita a dieci cittadini fiesolani. I tre uomini dell'Arma cadderò il 12 agosto del 1944 sotto i colpi dell'esercito nazista. Oggi si è svolta a Fiesole la commemorazione alla presenza del sindaco Anna Ravoni, del prefetto Alessio Giuffrida, del neo comandante del comando provinciale Giuseppe De Liso e del comandante della legione carabinieri della Toscana, Generale di brigata Emanuele Saltalamacchia. Presenti anche il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, e rappresentanti della Città metropolitana e del Comune di Firenze.

La Messa si è tenuta nella Cattedrale ed è stata celebrata dal vescovo emerito di Prato Gastone Simoni.  Il corteo delle autorità è poi salito fino al Parco della Rimembranza al monumento dedicato ai tre martiri. Qui sono state deposte le corone di fiori. Il sindaco di Fiesole e il comandante della legione hanno ricordato il sacrificio dei tre giovani che hanno donato la loro vita per salvare dieci civili: “Se siamo qui per ricordare quei giorni tristi è perché quei tre carabinieri hanno compiuto qualcosa di grande – ha detto il Generale Saltalamacchia -. Erano giovani ma sono stati tre grandi uomini che ci devono insegnare tanto. Quei tre carabinieri hanno scelto, hanno deciso e hanno deciso bene”.

Hanno assistito alla cerimonia, insieme ai tanti cittadini, i parenti di Antonio Marandola, i figli di alcuni ostaggi salvati dai tre carabinieri insieme alla moglie di uno di questi. Presenti anche i ragazzi dalla 3A e 3B della scuola media dell’Istituto Ernesto Balducci di Fiesole, che il generale e il sindaco hanno voluto salutare al termine della cerimonia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Baracca: vinti 500mila euro con un "Gratta e Vinci"

  • Coronavirus: dalla Cina stanno rientrando a Prato e Firenze 2.500 persone

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Campi Bisenzio, rivende merce rubata ai Gigli davanti ai Gigli: denunciata

  • Via San Zanobi, donna trovata morta in albergo. Caccia al compagno

  • Carcere di Sollicciano: detenuto appicca incendio, scatta l'evacuazione

Torna su
FirenzeToday è in caricamento