Capriolo ferito sulla superstrada Firenze-Siena, salvato dalla polizia stradale / FOTO

Giaceva a lato della strada

La Polizia Stradale di Firenze ha soccorso la scorsa notte un capriolo che giaceva, infreddolito e ferito, al lato della carreggiata sulla superstrada Firenze-Siena, prima dell'uscita di San Casciano Val di Pesa.

L'animale, impaurito per il buio e i mezzi, tra auto e tir, che gli passavano rasenti, era steso vicino al cordolo, sofferente a una zampa ma vigile.

L'allarme è giunto stanotte alla centrale operativa, poco prima dell'alba, quando la bestiolina è stata notata da alcune persone che passavano da lì.

Per soccorrerlo è stata inviata una pattuglia del distaccamento di Empoli. I poliziotti hanno soccorso e rifocillato il capriolo, coprendolo con un lenzuolo termico.

Poi è giunto il veterinario incaricato dall'Asl di Firenze e i soccorritori, insieme, lo hanno caricato su di un furgone per condurlo in un centro specializzato per le cure del caso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inizio dell'anno, le pattuglie della Polstrada in Toscana, rende noto un comunicato diffuso, hanno effettuato oltre 5mila500 interventi di soccorso a persone o animali in difficoltà.

A piedi sulla Fi-Pi-Li: salvata dalla Polstrada

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce a Firenze

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Scosse di terremoto nel Fiorentino

  • Rissa all'Isolotto: resa dei conti in strada

  • Scappano dal ristorante al mare senza pagare: 5 giovani fiorentini rintracciati e riportati a saldare il conto

Torna su
FirenzeToday è in caricamento