11 canzoni di Marasco che dovreste assolutamente conoscere

Le canzoni più belle del menestrello fiorentino

Riccardo Marasco Credits: www.riccardomarasco.it (Birba Edizioni)

Teresina    
Celebre ballata dell'irriverente Teresina e consorte: un must per tutti i fiorentini doc. 

La lallera
Alla base c'è “Le ragazze di Monticelli”, canzone straordinaria di Narciso Parigi: per raccontare vizi e vrtù delle donne fiorentine. 

L’alluvione
Il tragico evento che colpì Firenze nel 1966 raccontato con ironia. 

I’ fattaccio
Un rivistazione originalissima della cacciata di Adamo ed Eva da Paradiso. E un finale inaspettato. 

Signora Beatrice
Beatrice non è più "tanto gentile e tanto onesta", ma una donna qualunque e per niente soddisfatta dell'amato Dante, 

Ne avevo una
Una malinconica dedica di un uomo a tutte le donne della sua vita. 

La capannuccia
La nascita di Gesù come non l'avete mai sentia.

Firenze Bottegaia
Una canzone dedicata alla Firenze che non esiste più, elebrando la città cin tutta la sua autentica bellezza. 

Via Panicale
La strada del centro fiorentino è protagonista assoluta di una delle canzoni più malinconiche del menestrello, che qui descrive tutta la povertà e il degrado del quartiere di San Lorenzo. 

L’ammucchiata
L'amore libero raccontato da Marasco, che cita persino il celebre componimento di Lorenzo il Magnifico. 

La Wanda
L’approccio di un sedicente latin lover ad una donna bellissima, scambiata per una splendida turista. Ma niente è come sembra... 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Parcheggi su strisce blu: gratis per tutti i residenti a partire dal 30 marzo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento