Cannabis terapeutica, il Farmaceutico verso il raddoppio della produzione

Con le nuove serre si passerà da 150 a 300 chili l'anno

Da gennaio l'Istituto Farmaceutico Militare di Firenze, l'unico in Italia autorizzato a produrre cannabis per fini terapeutici, sarà in grado di raddoppiare la produzione. Lo scrive sull'edizione odierna La Repubblica, dopo aver parlato con il direttore del Farmaceutico, il colonnello Antonio Medica.

Al momento la produzione si attesta sui 150 chili di cannabis terapeutica l'anno. Con le nuove serre in costruzioni, e che dovrebbero appunto essere pronte da gennaio 2020, la produzione potrà arrivare a 300 chili.

Al momento, come più volte sottolineato dai vertici stessi dell'Istituto, l'Italia per rispondere alle richieste e alle prescrizioni mediche è costretta ad importare centinaia di chili di cannabis terapeutica dall'estero, principalmente dall'Olanda, con un costo molto maggiore di quello che costerebbe produrla qui (dove, peraltro, la qualità sarebbe anche parecchio migliore).

La Regione Toscana è da tempo impegnata, anche con il presidente Enrico Rossi che più volte si è recato nello stabilimento, affinché aumentino le serre (l'area del Farmaceutico in via Reginaldo Giuliani è davvero immensa) e la produzione.

L'appello di un malato: "Rischio il carcere per curarmi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento