Campi Bisenzio: rimessaggio abusivo di camper e natanti

Controlli di carabinieri, polizia di stato e polizia municipale

I controlli a Campi Bisenzio

Controlli di carabinieri, polizia di stato e polizia municipale in un'area utilizzata come rimessaggio di imbarcazioni e camper. Dopo le verifiche effettuate sarebbero state riscontrate più irregolarità: rimessaggio non autorizzato di 44 tra natanti e camper dietro compenso; attività illecita di riparazione e manutenzione di motori nautici e imbarcazioni, con produzione e stoccaggio di rifiuti pericolosi e non pericolosi non autorizzata; abusi edilizi.

Dagli accertamenti svolti nell'immediatezza, è emerso che il proprietario del fondo di Via Erbosa avrebbe ricevuto compensi di circa 500 euro per il rimessaggio dei camper e delle imbarcazioni; inoltre, all'interno dell'area era stata allestita una vera e propria officina meccanica dove venivano svolte attività di riparazione/manutenzione delle imbarcazioni senza che tale attività fosse stata comunicata al Comune.  

Infine nel corso dell'attività è stata rilevata anche la presenza di alcune strutture la cui legittimità edilizia è in corso di valutazione da parte degli uffici tecnici. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Fiorentina: i giocatori tornano nell'albergo dove morì Astori

  • Cronaca

    Autorizzato il corteo di Forza Nuova a Prato, protestano Anpi e associazioni: “Decisione che indigna”

  • Cronaca

    Genitori Renzi: per il crack della cooperativa, a breve la decisione del Tribunale

  • Cronaca

    Lorenzo Orsetti, i genitori: "Vergognoso processare chi combatte l'Isis" / VIDEO

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Siria: ucciso dall'Isis giovane combattente fiorentino

  • Rissa fra genitori: partita sospesa, bambini in lacrime

  • Sciopero mondiale per il clima: tutto pronto a Firenze

  • Accoltella il compagno al cuore e poi dà la colpa a uno straniero

  • Ucciso dall'Isis, la lettera d'addio di Lorenzo: “Sono morto facendo quello che ritenevo giusto”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento