Camorra, tradito da un commento su Facebook: arrestato latitante

Il pareggio tra Fiorentina e Napoli lo ha fatto rintracciare in Olanda

Luciano Cardone, 36enne napoletano e contiguo al clan Mazzarella, è stato arrestato. Condannato a 8 anni e 10 mesi di reclusione per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, aggravata da finalità mafiose, aveva fatto perdere le sue tracce dal febbraio 2013. È stato localizzato a Utrecht daI poliziotti dell’Interpol su indicazioni fornite dai carabinieri della sezione “Catturandi” di Napoli, che da circa un anno conducevano indagini coordinate dalla D.D.A partenopea per la sua cattura.

Era nell’abitazione di amici, pizzaioli napoletani, che gli offrivano ospitalità. Cardone comunicava attraverso più profili fake di Facebook, ma riscontri incrociati hanno portato in un’unica direzione. Il post “fatale” è stato quello sul pareggio in extremis del Napoli durante l’incontro con la Fiorentina, post che ha dato il via alle attività per la sua cattura. L’uomo è stato associato a un istituto penitenziario olandese in attesa di estradizione.

 
 

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Le sagre di Ferragosto da non perdere

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Bambino di 8 anni muore dopo una settimana di agonia

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Tramvia: tram e scooter viaggeranno insieme

  • Tre ricette toscane per combattere il caldo estivo

  • Addio allo stress da posto fisso: così amore e viaggio ci hanno cambiato la vita

Torna su
FirenzeToday è in caricamento