Rivoluzione nella raccolta rifiuti a Scandicci, Lastra e Signa 

Il sistema sarà avviato a gennaio 2017 e prevede una campagna informativa. Oltre 10 mila le utenze coinvolte

I sindaci alla presentazione del nuovo sistema di raccolta

È stato presentato questa mattina il piano di riorganizzazione del servizio di raccolta rifiuti che interesserà il comune di Lastra a Signa, la frazione di San Vincenzo a Torri a Scandicci e la zona Costa nel comune di Signa.

Ad illustrare il nuovo piano sono stati il presidente di Publiambiente Paolo Regini, direttore generale di Quadrifoglio, Livio Giannotti, insieme ai Sindaci dei comuni coinvolti.

Da un punto di vista organizzativo, il progetto prevede l'introduzione di un sistema di raccolta misto (domiciliare e con calotta). I rifiuti riciclabili e recuperabili ovvero carta e cartone, imballaggi in multimateriale leggero (plastica/metalli/tetrapak) ed i residui organici, saranno ritirati a domicilio, nei giorni e con le frequenze stabilite dal calendario di raccolta. Gli imballaggi in vetro saranno invece raccolti separatamente, tramite campane stradali di colore verde. L’altra novità riguarda i rifiuti indifferenziati. Sul territorio saranno infatti collocati cassonetti di colore grigio dotati di una speciale calotta metallica, che potrà essere aperta solo attraverso un’apposita chiavetta elettronica, di cui sarà munita ogni utenza.

Un ulteriore canale di conferimento, funzionale al nuovo sistema, è rappresentato dal centro di raccolta di via Charta 77 a Scandicci, a cui i cittadini di tutti e tre i comuni possono accedere gratuitamente portando quei rifiuti che, per tipologia, dimensioni o quantità non sono compatibili con il nuovo servizio, come, ad esempio, l’olio alimentare, le apparecchiature elettriche ed elettroniche ed i rifiuti urbani pericolosi quali batterie auto, solventi, acidi, colle, vernici, inchiostri ecc.

La riorganizzazione interessa complessivamente circa 10.500 utenze, tra famiglie ed imprese: 8.800 nel comune di Lastra a Signa, 1.100 nella frazione di San Vincenzo a Torri a Scandicci e 500 nella zona Costa a Signa.

L’avvio del nuovo servizio è previsto per gennaio 2017, e sarà preceduto da un’intensa attività di informazione che coinvolgerà tutti i soggetti interessati in una massiccia campagna, basata su contatti domiciliari, utenza per utenza, e incontri pubblici.

Gli informatori, 16 in tutto, sono operatori appositamente formati dalle aziende per illustrare nel dettaglio il funzionamento del progetto, le diverse raccolte differenziate e rispondere ad ogni dubbio o richiesta di chiarimento. Durante la visita avverrà anche la consegna di tutti gli strumenti necessari al progetto: il kit di contenitori e sacchi colorati per effettuare le raccolte domiciliari, una shopper per il conferimento del vetro alle campane stradali, la chiavetta elettronica per l’apertura del contenitore grigio, il calendario delle raccolte e una guida informativa. Analogamente, alle utenze non domestiche saranno consegnati contenitori di volumetrie maggiori, funzionali alle loro esigenze. Le famiglie che possiedono un giardino e necessitano di contenitori per la raccolta dei residui organici più grandi o di una compostiera, dopo aver ricevuto la visita dell’informatore, potranno provvedere al ritiro in proprio presso la Base Logistica. La Base Logistica, aperta dalle aziende in via Charta 77 n. 7 a Scandicci, è la sede di riferimento per tutta la durata della fase di start-up del progetto.

Gli operatori dedicati alle attività di censimento e informazione sono muniti di apposito tesserino di riconoscimento e non sono autorizzati a chiedere o ricevere denaro.  

A partire dal prossimo 16 settembre, prenderà avvio anche il calendario delle assemblee pubbliche in cui i referenti delle due aziende e delle amministrazioni comunali incontreranno i cittadini per illustrare il progetto ed i suoi obiettivi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Allarme bomba in piazza dell'Unità, borsone abbandonato alla fermata del bus | FOTO - VIDEO

    • Cronaca

      Via Nazionale chiusa alle auto: rivoluzione traffico alla stazione

    • Cronaca

      Fibra ottica, si rompe un cavo: rete Firenze WiFi ko per 7 giorni

    • Cronaca

      Writer, scriveva in tutta la città: denunciato un 20enne

    I più letti della settimana

    • Prosegue l'ondata di gelo, nuova allerta neve

    • Terremoto Firenze: la terra trema

    • Piazza Libertà, maxi ribaltamento | FOTO

    • Meningite, 28enne ricoverata nell'Empolese

    • Allarme bomba in piazza dell'Unità, borsone abbandonato alla fermata del bus | FOTO - VIDEO

    • Isolotto, dopo 44 anni chiude il negozio per bambini "Rosazzurro"

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento