Caccia, manifestazione di Lav davanti a Decathlon

Chiedono di chiudere il reparto caccia

 Una manifestazione davanti allo store Decathlon di via Rastrelli a Firenze, per chiedere alla multinazionale di chiudere il reparto caccia. I manifestanti hanno esposto cartelli che insieme componevano la scritta ''La caccia non è uno sport''. La manifestazione odierna, spiega in una nota, fa seguito a precedenti iniziative organizzate in varie città dall''associazione animalista nelle scorse settimane e a dicembre allo slogan #bastasparare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Decine di volontari Lav vestiti da calciatori, nuotatori, sub, tennisti, sciatori, podisti, infatti, hanno incontrato i clienti fuori dal negozio, e chiesto all''azienda di riconvertire il reparto dedicato. "E' assurdo che un''azienda che vende attrezzature e abbigliamento per ogni sport, includa tra questi anche la caccia - commenta in una nota il responsabile Lav area animali selvatici Massimo Vitturi - siamo convinti che Decathlon non abbia alcun interesse ad associare il proprio nome ad un''attività così violenta e inquinante come la caccia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colossale truffa nel mondo del vino: Brunello e Champagne falsi

  • Tragedia in centro: muore a 28 anni in un incidente stradale / FOTO

  • Incidente a Bagno a Ripoli: muore 38enne fiorentino 

  • Cosa fare questo fine settimana a Firenze

  • Bancarotte a "catena" nei ristoranti: arrestati imprenditori 

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento