Caccia: ferito falco pellegrino a Reggello

La Lipu sospetta sia opera di alcuni bracconieri

Un esemplare di falco pellegrino ferito da un'arma da fuoco è stato ricoverato presso il Centro di recupero rapaci della Lipu di Vicchio. Il rapace è stato trovato ferito nel giardino di una casa nel comune di Reggello. Nel falco sono stati trovati sei pallini da caccia oltre ai fori lasciati da altri pallini che invece lo hanno trapassato.

Si sospetta che il rapace - specie protetta non cacciabile - sia stato preso di mira da alcuni bracconieri considerato anche il fatto che ha un aspetto inconfondibile rispetto all’avifauna per la quale è consentita la caccia. 
 
"Nel periodo di apertura della caccia aumenta anche il numero delle uccisioni di specie non cacciabili - precisa la Lipu - si stima che in Italia tra caccia legale e illegale ogni anno sono uccisi da 3 a 8 milioni di uccelli". Il falco pellegrino è una specie presente nel territorio della area metropolitana, può essere osservato anche in area urbana in pieno centro: un nido è segnalato sulla Cupola del Duomo dai primi anni duemila ed è stato osservato su posatoi anche sulla torre di Palazzo Vecchio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento