Ordigno esplode di fronte a libreria: artificiere ferito, perderà un occhio

Il locale, in via Leonardo Da Vinci, è vicino a Casapound. L'ordigno aveva un timer, è esploso in mano all'artificiere

Ha perso l'uso di un occhio è gli è stata amputata la mano sinistra. Sono le conseguenze patite da uno degli artificieri che questa mattina, all'alba di Capodanno, aveva il compito di esaminare l'ordigno ritrovato in via Leonardo Da Vinci, nei pressi di piazza Libertà, di fronte ad una libreria vicina all'associazione di estrema destra Casapound.

Un pacco sospetto di grosse dimensioni, confezionato con carta e stoffa e poi rivelatosi una bomba artigianale con timer e relativi fili elettrici, era stato notato questa mattina intorno alle 5 da un pattuglia della polizia.

E' scattata quindi l'evacuazione della zona, lo stop al traffico di via Leonardo Da Vinci e l'intervento degli artificieri. Appena un agente ha iniziato ad esaminare il 'pacco' è avvenuta l'esplosione: l'artificiere, 39 anni, residente a Lucca, sposato e con due figlie, è stato trasportato d'urgenza al Cto di Careggi e sottoposto ad intervento chirurgico. I medici non hanno però potuto evitare l'amputazione e la perdita dell'occhio.

Sono incorso le indagini di Digos e polizia, con lo stesso questore Alberto Intini che le segue da vicino. Le forze dell'ordine spiegano che il fatto è sicuramente riconducibile a motivi di natura politica, con le indagini che per il momento si concentrano nell'area anarchica.

L'accaduto è stato condannato duramente da tutte le forze politiche, sia locali che nazionali, che hanno espresso vicinanza e solidarietà all'agente ferito. "Condanno duramente quanto avvenuto stamattina a Firenze:  si tratta di un episodio gravissimo e senza alcuna giustificazione - ha dichiarato il sindaco Dario Nardella -. All'agente ferito va la solidarietà mia e dell'intera città. I colpevoli deveno essere presto assicurati alla giustizia. Firenze è città di pace e non è rappresentata da orrori di questo genere".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di max
    max

    Purtroppo non bastava i TERRORISTI DELL'IS...IS ci mancavano quelli di casa nostra a aumentare la SICUREZZA. Già le FORZE DI POLIZIA vengono dimezzate dai TAGLI.. devono occuparsi della criminalità italiana.. poi gli atti terroristi anche importati medioriente. Si sente sempre parlare di PSEUDO PROFESSORONI che danno le ( LORO ) soluzioni di parte ma il problema non si risolve... guardano gli ERRORI del passato ma tutto rimane immutato. Certo se ci sono STATI ( TURCHIA suo presidente ) o altri stati che FINANZIANO TALI TERRORISTI.. come si fa ad ARMARE  SIMILI PAZZI ? Poi è chiaro che non li controlli.. una volta ARMATI si possono ritorcere contro. Sono tutti contro i TERRORISTI.. ma chi FINANZIA TALI FANATICI. Se non stiamo attenti a GETTARE BENZINA sul fuoco.. anche il PIROMANE rimane bruciato.. Da sempre le zone del MEDIO-ORIENTE sono in GUERRA.. mai stata la pace.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Codice giallo per neve e vento: ecco come si è preparata Firenze

  • Elezioni 2018

    Mugello: Casapound nel liceo, i professori non ci stanno e mandano una lettera ai genitori

  • Cronaca

    Controlli antidroga: stupefacenti in un garage di via di Novoli

  • Cronaca

    Elezioni: 17enne strappa i manifesti di Fratelli d'Italia

I più letti della settimana

  • All'antico Vinaio cala il poker: apre il nuovo locale

  • La denuncia di Fdi: “Agnese Renzi circola e parcheggia gratis in tutta Firenze”

  • Il ritorno del 'cioccolato militare' è tutto fiorentino

  • Coltellate in un bar: paura a Sesto Fiorentino

  • Virus "indiano" mette ko gli iPhone: rischio di perdere tutti i dati

  • Maltempo: in arrivo la settimana del grande gelo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento