Fi-Pi-Li: furgone fonde il motore e blocca la superstrada

Spostato dalla carreggiata da automobilisti e polizia stradale

La polstrada in azione

Ieri sera un furgone è rimasto in panne, a causa della fusione del motore, sulla Fi-Pi-Li in direzione mare, proprio nel tratto a corsia unica per il cantiere allestito tra Ginestra e Montelupo Fiorentino.

Considerato l’orario di punta c’è voluto poco tempo per formare una coda che si è andata ingrossando sempre di più. 
I poliziotti, arrivati sul posto, si trovavano sulla carreggiata opposta e, per fare prima, sono usciti dalla S.G.C. percorrendo la strada parallela alla FI-PI-LI, reinserendosi a Montelupo. Per arrivare velocemente al furgone hanno pure percorso due chilometri in retromarcia. 

Il conducente del veicolo, che aveva terminato le consegne di giornata e stava rientrando in deposito a Empoli, ha spiegato alla pattuglia che il mezzo era nuovo e non capiva il perché dell’avaria.

La coda stava aumentando e gli agenti, non essendoci tempo da perdere, hanno deciso di non attendere l’arrivo del carro attrezzi, agganciando il furgone con un argano alla loro auto.

Il mezzo, troppo pesante, ai primi tentativi non si è spostato e per "schiodarlo" da lì la pattuglia ha chiesto aiuto ad alcuni automobilisti fermi per la coda, che non se lo sono fatti ripetere due volte. Tutti insieme, a spinta, sono riusciti a muovere il furgone, consentendo così all’auto della Stradale di proseguire e a liberare la Fi-Pi-Li.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: dalla Cina stanno rientrando a Prato e Firenze 2.500 persone

  • Via Baracca: vinti 500mila euro con un "Gratta e Vinci"

  • Folle inseguimento, paura sui viali: 14enne semina il panico

  • Campi Bisenzio, rivende merce rubata ai Gigli davanti ai Gigli: denunciata

  • Marradi: soppresso da Papa Francesco il monastero domenicano. Le tre suore saranno trasferite

  • Frecciarossa deragliato a Lodi: prodotto a Firenze il pezzo difettoso del cambio all'origine della tragedia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento